Energia24 – Le nuove tecniche di isolamento permettono di realizzare coperture efficaci e di usufruire delle tariffe incentivanti del Conto energia. Tendenze di mercato e modalità di smaltimento dell’amianto. Le esperienze più significative in Italia.

Occupiamoci dei tetti delle nostre abitazioni, dei nostri uffici, delle aziende e delle attività commerciali che ci circondano.
Perché in un momento come questo, in cui l'efficienza energetica è all'ordine del giorno, dobbiamo pensare anche alla copertura dei nostri edifici.
Le scelte per una corretta riqualificazione dei nostri tetti sono innumerevoli. A partire dall'alternativa fotovoltaica, che permette di usufruire degli incentivi statali ancora più degli impianti a terra. La tariffa aumenta, poi, se i pannelli sono completamente integrati nella copertura; ma anche se si decide di smaltire l'eventuale presenza di eternit sottostante (+5%). Diverse aziende rispondono a queste esigenze e le innumerevoli installazioni dimostrano che la tendenza sta prendendo piede.
Il fotovoltaico, però, non è l'unica scelta: perché si stanno affermando diversi tipi di materiali, riciclati e naturali, per isolare al meglio e contrastare l'onda termica che si abbatte sugli edifici.
Interessanti sono anche le possibilità di ricoprire gli edifici con una "pelle verde", soluzioni arboree e vegetali capaci di rendere salubre perfino l'aria circostante.

Approfondisci l'argomento.

scarica il file

Scarica il file:
Storie di copertina

CONDIVIDI
Articolo precedenteBBPR 100
Articolo successivoVilla a Oderzo