Flormart Garden Show

    9 settembre 2015 - 11 settembre 2015

    Flormart Garden Show

    Il verde urbano come elemento centrale nella progettazione del paesaggio: a partire da questa scommessa nasce il concorso internazionale “Flormart Garden Show”, lanciato in occasione della Green Week delle Venezie da Flormart, il salone del florovivaismo e giardinaggio. Una sfida che è legata a doppio filo alla riflessione sul futuro delle nostre città e sulla necessità di invertire la rotta per abbracciare modelli urbanistici più sostenibili.

    Da qui la sfida – anche culturale – lanciata dal salone internazionale leader a livello europeo nel settore del florovivaismo: il concorso vuole proporre gli spazi del verde urbano come elementi architettonici di pregio, che possono contribuire a qualificare le città. L’invito è aperto agli architetti paesaggisti, ai designers, agli studi di progettazione, agli studenti, alle aziende produttrici di fiori e piante ornamentali, e in generale a tutti gli operatori del verde e del paesaggio. A giudicare le proposte in concorso sarà una commissione qualificata di esperti presieduta da Giorgio Strappazzon, architetto dello studio Vs associati che ha “disegnato” il nuovo Orto botanico di Padova dopo aver vinto – con il progetto “Il Giardino della biodiversità” – il concorso internazionale bandito dall’Università di Padova. Per l’iniziativa – che si avvale del patrocinio dell’Università di Padova e dell’Ordine nazionale degli architetti, pianificatori paesaggisti e conservatoriPadovaFiere ha messo “in palio” un montepremi complessivo di 10mila euro. In giuria, accanto a Strappazzon, anche Daniele Villa, Manuel Palerm Salazar, noto architetto spagnolo, presidente di Uniscape, rete che riunisce le università europee impegnate nel campo della ricerca sul paesaggio, Lucia Bortolini, docente del Dipartimento Territorio e sistemi agro-forestali dell’Università di Padova, Giuseppe Cappochin, presidente dell’Ordine degli architetti di Padova, Novella Cappelletti, direttore della rivista Paysage, Giampaolo Barbariol, caposettore Verde, Parchi, Giardini e Arredo Urbano del Comune di Padova. Due le sezioni previste: la prima è riservata alle opere o ai progetti culturali già realizzati, la seconda riguarda la selezione di otto progetti da realizzare in Fiera a Padova nel corso di Flormart 2015.

    Il Salone internazionale sarà così quest’anno anche un momento di confronto con le soluzioni ecologiche e tecnologiche e con le innovazioni nel campo delle applicazioni del verde nelle città: un’occasione per esplorare in modo nuovo, a partire da esempi concreti, il connubio fra uomo e natura e il rapporto tra architettura e paesaggio. La proposta del concorso internazionale potrà avvalersi delle sinergie con il forum internazionale EcoTechGreen, iniziativa promossa dalla rivista Paysage per proporre le soluzioni più innovative che riguardano il campo delle tecnologie applicate al verde. Dopo il fortunato debutto dello scorso anno torna anche Agrienergy, sezione di Flormart dedicata alle energie rinnovabili applicate al florovivaismo: un ambito di grande interesse, se si considera che i costi energetici incidono in media per ben il 30% sui costi di produzione dei vivaisti.

    Padova Fiere

    Sto caricando la mappa ....

    Via Niccolò Tommaseo, 59
    PD - Padova, Italia

    CONDIVIDI
    Articolo precedenteFuture Build Meeting
    Articolo successivoProgetto comfort 2015