Finlandia

Luoghi di Memoria - Musei e Biblioteche in Finlandia

Il Museo d'Architettura Finlandese partecipa per la settima volta alla Mostra Internazionale d'Architettura della Biennale di Venezia nel padiglione finlandese disegnato da Alvar Aalto. Questo anno la mostra finlandese presenta musei e biblioteche sotto il titolo "Luoghi di Memoria - Musei e Biblioteche in Finlandia". Mette in evidenza quattro musei recenti e quattro biblioteche. Oltre alla partecipazione di questi lavori la mostra indica la base generale e lo sviluppo dei musei e biblioteche in Finlandia. La mostra viene accompagnata da un catalogo di 72 pagine contenente tre articoli scritti dal Professor emerito Riitta Nikula, dal Professor Ilmari Lahdelma e dalla direttrice della Biblioteca di Città di Tampere Tuula Haavisto.

I musei e le biblioteche custodiscono la memoria collettiva. Vengono utilizzati per contenere e distribuire l'esperienza e l'informazione accumulate. Costituiscono una base della memoria per l'educazione, la ricerca e la creatività che è il fondamento della nostra civiltà. Tuttora i musei e le biblioteche mantengono una posizione indiscussa nella gerarchia culturale anche se un po' più offuscata di un tempo. Una volta silenziosi e rigidi stabilimenti culturali sono oggi più rumorosi e animati da entusiasmo. I musei vengono sempre di più visti come attrazioni turistiche. La loro architettura è ritenuta coraggiosamente impressionante e le loro mostre sperimentali. Contengono un vasta varietà di attività: negozi, caffetterie, spazi educativi e di avvenimenti, tutti con ampi spazi. Le biblioteche si trasformano in posti di ritrovo. Oggi quando quasi tutte le case sono collegate al Internet le biblioteche hanno perso il loro monopolio come l'unica fonte d'informazione comprensiva. Come i musei anche loro offrono una opportunità di trattare esperienze uditive e visive. Là non trovi solo informazione ma anche gente.

La Finlandia può vantare una estesa e qualitativa rete di musei e biblioteche; talvolta chiamata stravagante. Nonostante i costi, il sistema - particolarmente le biblioteche municipali - contano su un supporto ampio da parte del pubblico. Le istituzioni aperte al pubblico che sono luoghi di memoria e liberamente presenti hanno un impatto forte sull'educazione, innovazione e sul divertimento globale della vita. Oltretutto questi interlocutori culturali hanno un effetto positivamente rafforzante sulla società finlandese; sono uniti, di proprietà comunale e di responsabilità condivisa.

La società finlandese presenta con orgoglio: i nuovi arrivati tra i musei e le biblioteche!

Museo d'Arte di Turku, Rinnovo e Edificio Annesso
Turku, Finlandia 2004, LPR Architetti/ Ola Laiho

Casa WeeGee
Espoo, Finlandia, 2006, Airas Architetti/Timo Airas, Henna Helander

Museo Sàmi e Centro Natura della Lapponia del Nord Siida
Inari, Finlandia,1998, Juhani Pallasmaa Architetti/Juhani Pallasmaa

Centro Marittimo Vellamo
Kotka,Finlandia, 2008, Architetti Lahdelma&Mahlamaki /Ilmari Lahdelma

Biblioteca della Città di Turku
Turku, Finlandia, 2007, JKMM Architetti/ Asmo Jaaksi

Casa Vuosaari
Helsinki, Finlandia,2000, Heikkinen-Komonen Architetti/ Mikko Heikkinen, Markku Komonen

Biblioteca Accademica Tritonia
Vaasa, Finlandia, 2001, Kapy e Simo Paavilainen Architetti/Kapy Paavilainen, Simo Paavilainen

Biblioteca Universitaria del Campus della Città di Helsinki
Concorso 2007, sarà concluso 2012, Architetti Jussi Kalliopuska, Vesa Oiva

La mostra è organizzata e prodotta dal Museo d'Architettura Finlandese

CONDIVIDI
Articolo precedenteMinistero dell’Ambiente
Articolo successivoLouisiana Museum