Germania

Updating Germany - Progetti per un futuro migliore

Updating Germany - Progetti per un futuro migliore è il nome del contributo
tedesco all'11. Mostra Internazionale di Architettura alla Biennale di Venezia
2008. I commissari generali Friedrich von Borries e Matthias Böttger/raumtaktik
mostrano 20 progetti di architetti, designer, ingegneri e artisti, piccoli e
grandi passi in direzione di un futuro migliore. Il contributo viene patrocinato
dal Ministero Federale per i trasporti, l'edilizia e l'urbanistica
(Bundesministerium für Verkehr, Bau und Stadtentwicklung).
"Il mondo è in
squilibrio, economico, ecologico e sociale. L'architettura e l'urbanistica non
possono salvare il mondo, ma possono dare un contributo.
E lo fanno
effettivamente." Così dicono i commissari. "Si risparmia, si coibenta e si
ottimizza. Le possibilità della progettazione e dell'intervento sullo spazio
sono però ben lungi dall'essere esaurite. A noi interessa ciò che va oltre lo
stato più recente della tecnica: nuovi concetti, modi di pensare, strategie che
rinnovano - passo a passo - comportamenti e idee di vita." Al centro
dell'attenzione non si trovano architetture costruite, ma lavori di ricerca,
esperimenti creativi e progetti pilota che rimandano al futuro. I contributi
vengono non solo dall'architettura e dall'urbanistica, ma anche dalla
biotecnologia, dai media, dalla produzione di energia, dal trasporto e traffico,
dalla ricerca sull'alimentazione e da altre discipline: nuovi concetti, modi di
pensare, strategie, updates del nostro mondo.
Conosciamo gli updates dai
programmi per i computer: a passo a passo si sviluppa l'esistente, per quanto
sia necessario, lo si migliora, sostituendo ciò che non è funzionale attraverso
qualcosa di nuovo. Qualche volta si insinuano anche nuovi errori. Un update è un
sentiero di sviluppo ramificato, con vicoli ciechi e percorsi più lunghi del
necessario, che però può portare a grandi cambiamenti.
Il centro della mostra
è formato da un sistema mobile che occupa lo spazio e che è stato sviluppato da
raumtaktik insieme all'agenzia grafica onlab. Il sistema mobile porta 20
progetti in mostra ed è contemporaneamente simbolo di un sistema complesso che
si trova in una condizione labile. Se si cambia un parametro, tutto il sistema
precipita in movimento, il che costituisce una qualità che esorta alla prudenza,
ma suscita anche speranza. Anche il sistema mobile però, così come il nostro
mondo, ha perso l'equilibrio. Gli updates che presentiamo non possono da soli
raddrizzare di nuovo la situazione globale di squilibrio. Le idee presentate
sono troppo leggere o troppo pesanti? Di quali altri updates abbiamo bisogno per
l'equilibrio?
Nel corso della mostra a Venezia, ogni visitatore può dare un
piccolo contributo al futuro con un'offerta di energia nell'ambito del progetto
artistico "64kW", che l'artista Siegrun Appelt ha sviluppato per Updating
Germany. La scultura luminosa nel portico del Padiglione tedesco appare quattro
volte più chiara del sole in un giorno estivo senza nuvole.
L'attraversamento
dell'installazione diventa un'esperienza fisica del collegamento tra luce ed
energia. A prima vista ci si trova in contraddizione con l'uso consapevole delle
risorse, in realtà, però si viene invitati a risparmiare energia. Così
l'installazione è collegata con una centrale energetica a risparmio, una
cosiddetta centrale a negawatt, alla quale si può partecipare con offerte di
energia attraverso il portale Utopia.de. Una fonte di messa a disposizione
dell'energia viene messa di fronte al luogo dell'utilizzo dell'energia. Come
esempio eminente l'illuminazione della Porta di Brandeburgo a Berlino verrà
spenta più volte nel corso della mostra. I risparmi di luce alla Porta di
Brandeburgo che l'artista coreograferà mostrano esempi di come la rinuncia può
portare veramente anche a un valore aggiunto.
Gli architetti Friedrich von
Borries e Matthias Böttger lavorano con un concetto allargato di architettura
che comprende tutto l'ambiente vissuto e le sue dipendenze economiche e
politiche, seguendo del tutto la massima della Biennale: "Out There:
Architecture Beyond Building". Intendono il loro contributo come un movimento di
ricerca, in quanto Updating Germany pone domande ad architetti, urbanisti,
designer, a tutti i visitatori della mostra: "Come vogliamo vivere?", "Cosa
possiamo fare?". Possibili risposte verranno date non solo nella mostra ma anche
nel catalogo "Updating Germany. 100 progetti per un futuro migliore" sulla base
di una pluralità di progetti che rappresentano diverse possibilità di
azione.

Progetti della mostra:
Aizo AG + Digitalstrom + ETH Zürich (Energia
digitale), Christophe DM Barlieb CDMB Architects + Schlaich Bergermann Solar
GmbH (The Green Desert Mine), Bioenergiedorf Jühnde eG (Villaggio bioenergetico
Jühnde), Brandlhuber B&K+ + Büro für Konstruktivismus (2100 - Elsdorf am
See), Ulrike + Tobias Bucher (Casa a graticcio Lorsch), Allison Dring + Daniel
Schwaag Elegant / Embellishments (Prosolve 370 e), eNotions GmbH
(Carsharingsoftware), Lukas Feireiss + Martin Zillmann (UPDATING TV), Felsenbräu
Thalmannsfeld W. Glossner KG (Birra solare), Graft Architekten + Brad Pitt (The
Pink Project), HollwichKushner Architecture (MEtreePOLIS), IBA Hamburg GmbH
(Bunker energetico), Instant Architekten (United Bottle), Karo Architekten +
Architektur+Netzwerk (Segnalibro Salbke), Diébédo Francis Kéré (Mattoni per una
scuola a Gando), Loremo AG (Macchina sportiva), LURI.watersystems (SPREE2011),
Ingo Niermann + Jens Thiel / Friends of the Great Pyramid (La grande piramide),
OS2 designgroup + Arbeitskreis Recycling e.V. (ReDesign), Planungswerkstatt
Stadtumbau Dessau + Stiftung Bauhaus Dessau (Isole urbane), Timo Schmidt +
Institut für Leichtbau Entwerfen und Konstruieren ILEK+ Zentrum für
Regenerationsbiologie und regenerative Medizin ZRM (Tissue Engineering),
Solarnext AG (Membrane di energia solare), Utopia AG (Portale internet), Stefan
Wrage + Thomas Meyer / Skysails GmbH (SkySails).

Artisti partecipanti:
Siegrun Appelt (64KW), Ton Matton (Technical
Paradise)

www.updatinggermany.de

CONDIVIDI
Articolo precedenteAuditorium al centro degli spazi urbani
Articolo successivoVelux Italia