approfondimento – Firmata nel capoluogo lombardo la Green Charta of Milan, decalogo "verde" di impegno tra le Green City europee.

"Lo spazio pubblico è un bene di tutti e deve avere la stessa importanza dello spazio privato". Così si apre la Green Charta of Milan, documento di intenti e di obbiettivi firmato nel capoluogo lombardo il 5 giugno 2010 da Olanda, Germania, Gran Bretagna, Francia, Italia e Ungheria (partner europei firmatari di un primo accordo al Consiglio Europeo di Strasburgo il 26 ottobre 2009) in occasione del Festival dell'Ambiente 2010 e del primo Forum Europeo Green City.

Il manifesto, simbolo delle Green City europee, intende promuovere la definizione "degli spazi verdi, pubblici e privati, nel contesto urbano non più come puro elemento decorativo, bensì come fattore che incrementa il benessere e la qualità della vita". Una filosofia "urbangreen" che sottintende la prova di quanto il verde, senza incidere in termini di costi, comporti benefici dal punto di vista sociale, ricreativo, ambientale, scientifico-culturale, estetico-paesaggistico, ecologico ed economico.

La rete Green City, promotrice in Europa, e da marzo anche nel nostro paese, del manifesto, nasce per portare la questione ambientale a livello di discussione politica e di agende di sviluppo, per costruire un consenso internazionale. Obiettivo dell'iniziativa è inoltre istituire una rete di Green Forum di discussione a livello nazionale e internazionale, come luogo di scambio di informazioni, di condivisione di idee e progetti, di riunione di vari partner.
Nella medesima ottica Green City Italia intende lavorare nel nostro paese per diffondere e amplificare informazioni, idee, progetti "verdi" attraverso iniziative, manifestazioni, convegni. "Portare sul tavolo della discussione il futuro delle nostre città, il cui trend di espansione sfocia nella città infinita, significa considerare il binomio agglomerato urbano - opere di infrastrutturazione verde come inscindibile per garantire un miglioramento della qualità della vita per tutti."

Guarda il video dell'intervista a Andreas Kipar, presidente del comitato scientifico Green City Italia.


allegato

Scarica il file:
green charta.pdf

CONDIVIDI
Articolo precedenteRaggi Verdi in trasferta
Articolo successivoLa luce del futuro