Autore: Efisio Pitzalis
Collana:Grandi Opere d’Architettura
Pagine: 84
Prezzo Euro: 24,79

ISBN:978-88-6116-250-1




Nel 1993, all’interno di un programma di riordino della
collezione statuaria antica, il Comune di Roma incarica Carlo Aymonino di
progettare un nuovo spazio espositivo permanente nel Palazzo dei Conservatori.
Il luogo indicato è il cortile del Giardino romano, tra la Galleria degli Orti
Lamiani e il Palazzo Caffarelli, di cui si prevede la copertura e la
trasformazione per dare una sistemazione adeguata a pezzi di notevole pregio
artistico e storico.

Nel 1996 si giunge alla definitiva soluzione con una figura
ellittica inserita nel perimetro quadrangolare del cortile. Il volume
risultante dall’ellisse si inserisce come un corpo autonomo discostandosi dalle
pareti perimetrali grazie a due coperture differenziate. La copertura
dell’ambito spaziale individuato dall’ellisse è costituita da un sistema
incrociato di travi metalliche, alte 1 m e spesse 1 cm, che assolvono alla
statica strutturale senza il ricorso a sostegni interni al perimetro della
figura. Mentre la copertura di quella zona che possiamo definire di
“transito” tra un interno e un esterno, è leggermente inclinata e si
determina come elemento volto ad assorbire lo scarto tra le figure ellittica e
trapezoidale.

Sommario:

Una voliera di statue – Il giardino romano nel palazzi dei
conservatori: storia e vocazione di uno spazio museale – Palazzo dei
conservatori e palazzo Caffarelli – Area capitolina – area di intervento nel
giardino romano – Progetto per la sala del giardino romano: prima, seconda,
terza, quarta e quinta soluzione ellisse.