Impianto sotto traccia

Autore testo: Manuela Ena

Vantaggi
Aspetto estetico eccellente;
Facilità di installazione;
Facilità di ricambio apparecchi;
Ottima protezione meccanica delle conduttore.
 
Svantaggi
Difficoltà di ampliamento e di modifica;
Difficoltà di alimentazione di utenze lontane dalle pareti;
Condutture con portata limitata a 40-50 A;
Pericolo di danneggiamento delle condutture per infissione.
Questo tipo di impianto, noto e largamente diffuso, è adatto per edifici suddivisi in vani di piccole dimensioni con arredamento fisso.
Richiede contenitori con bassa profondità per incasso in tavolati realizzati con mattoni forati (≤52 mm per tavolati da 8 cm, ≤72 mm per tavolati da 10 cm). Possono essere incassati senza difficoltà cavi contenibili in tubi con diametro esterno fino a 32 mm. I cavi di grande sezione o in fasci ingombranti richiedono specifici cavedi.
Gli interruttori con portata superiore a 63A (con qualche eccezione) vanno installati in quadri a parete.
 
Bibliografia:
G. Bellato, Impianti elettrici negli edifici civili, Consted S.r.l. Edizioni Tecniche, Milano, 1993.
V. Gieri, Organizzazione e costruzione, Il sole 24 ore S.p.a. Pirola, Milano, 1999.
V. Carrescia, Fondamenti di sicurezza elettrica, Hoepli, 1984.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCaratteristiche generali
Articolo successivoImpianto sottopavimento