La luminanza

La luminanza (L) è il rapporto tra l'intensità luminosa per unità di area emessa da una superficie in una data direzione; è quindi una grandezza che dipende dalla posizione size=2>dell'osservatore. Si può definire come il rapporto tra l'intensità luminosa di un elemento infinitamente piccolo della superficie in una data direzione e la proiozione ortogonale di questo elemento sul piano perpendicolare alla direzione consoderata. 
L'unità di misura è la candela su metro quadrato (cd/mq) detto anche nit.
Altra unità usata negli Usa è il footlambert (1 footlambert=3,426 cd/mq).
Importante è la differenza tra illuminamento e luminanza: l'illuminamento indica la quantità di luce che colpisce la superficie la superficie considerata, la luminanza indica la sensazione di luminosità che si riceve da questa superficie.
Nella progettazione illuminotecnica devono essere considerati alcuni fattori che riguardano il tipo di luce emesso da una lampada. In particolare esistono due fattori per un'analisi di tipo qualitativo: la temperatura di colore e l'indice di resa cromatica. 
La grandezza è indicativa dell'abbagliamento che può indurre una sorgente.

 L=I/Acosq

nit=cd/mq

 I= intensità luminosa
A= area della superficie che emette intensità luminosa

CONDIVIDI
Articolo precedenteL’intensità luminosa
Articolo successivoLa temperatura di colore