mostra – Lisbona ospita, dal 14 ottobre 2010 al 16 gennaio 2011, la Triennale di Architettura, giunta alla seconda edizione e dedicata alla residenza.

Let's talk about houses, parliamo di case: da questa esortazione tratta da un poema di Herberto Helder prende ispirazione la seconda edizione della Triennale di Architettura di Lisbona, appuntamento dedicato al costruire contemporaneo basato, sin dagli esordi, sul principio che "l'architettura è un'espressione artistica fondamentale non solo per un'armoniosa creazione di spazi, ma anche per rafforzare il comune senso di cittadinanza e di affermazione culturale".

Il percorso tematico si svilupperà quest'anno in tre differenti sedi - il Museu da Electricidade, il Museu Nacional de Arte Contemporânea, il Centro Culturale di Cascais - che ospiteranno altrettante mostre, allestite per evidenziare con diversi approcci i legami possibili tra un'idea di architettura quale vera e propria arte, una concezione della residenza quale spazio del quotidiano e necessità e desideri delle persone. Una ricerca quasi in controtendenza, che alle archistar e ai protagonismi attuali intende contrapporre la "discesa" dell'architettura "dall'Olimpo alla realtà comune, nel tentativo di comprendere che le specificità degli stili architettonici sono sempre più in empatia con l'esperienza quotidiana e, soprattutto, della condivisione sociale".

Oltre alle mostre, in programma anche una conferenza internazionale (19 e 20 novembre 2010) dal titolo "architecture [in] ]out[ politics", curata da Claudia Taborda e José Capela: due giornate di interventi e di discussioni (prevista anche la presenza, nella sessione Ambiguity, di Rem Koolhaas) sul ruolo dell'architettura nello sviluppo dei processi democratici.

Appuntamento
Lisbon Architecture Triennale
Let's talk about houses
dal 14 ottobre 2010 al 16 gennaio 2011
Travessa do Alecrim 1, 1° Esq.
Lisbona
tel. +351 21 3469366
www.trienaldelisboa.com

CONDIVIDI
Articolo precedenteSAIE Selection 2010: i vincitori
Articolo successivoSUN sperimenta!