Pavimento in tessuto per interni

Autore testo e disegno: Enrico Francesconi, Mirko Giorgetti

La realizzazione di pavimentazioni con rivestimento tessile adotta normalmente criteri di posa che vanno dall'incollaggio totale dei teli, al semplice tensionamento mediante fissaggio perimetrale su listelli chiodati o nastro biadesivo.
E' evidente che con la particolare adattabilità dimensionale del tessuto ed in connessione a tali tecniche di posa sono da ritenere irrilevanti le possibili azioni dovute alla mobilità del supporto sul sistema di rivestimento.
Ciò che viceversa deve venire attentamente considerato da un punto di vista progettuale, sono le caratteristiche di regolarità del supporto, per la possibilità che risalti o eventuali interruzioni di continuità con dislivelli fra le parti provochino, con la pedonalizzazione del sistema di pavimentazione, punti di usura privilegiati.
Non è infatti da ritenersi sufficienti e in molti casi l'impiego di materiali di preparazione del fondo con stratificazioni di regolarizzazione semplicemente spalmate sulla superficie del supporto.
Deve infatti venire attentamente analizzato il quadro delle deformabilità indotte dall'elemento strutturale agli strati soprastanti, in particolare modo se questo risulta essere costituito da elementi prefabbricati tra loro collegati.
O ancora se fra gli strati di collegamento non siano presenti discontinuità dovute alla formazione di giunti di frazionamento come nel caso dei massetti di ripartizione armati.
Altre discontinuità possono essere dovute all'innesco di fessurazioni ad opera di canalizzazioni annegate nello strato di supporto o a cedimenti di questo localizzati per la sottostante presenza di stratificazioni compressibili.
 
Moquette tradizionale
è generalmente composta da fibre sintetiche a diametro variabile compattate per agugliatura continua ed  accoppiate con strato di fondo portante (70% poliamide e 30% poliestere). La prestazione che più la differenzia dagli altri tipi di rivestimento per pavimentazioni è l'elevato potere fonoassorbente, bilanciato, però,  da difficoltà di pulizia e limitata durata temporale. 
 
Fonte testo:
Le Pavimentazioni, "Le Guide di Modulo", ed. BE-MA, Milano, 1986
 
Fonte foto
Domus Extra, allegato a Domus n°811, gennaio 1999

CONDIVIDI
Articolo precedenteCaratteristiche generali
Articolo successivoCaratteristiche generali