Per esterni

Gli apparecchi a parete sono, di solito, inseriti in piazze, viali e strade, avendo la caratteristica di illuminare lo spazio urbano attraverso un segnale visivo ben definito, che permette di ottenere sia il giusto livello d'illuminamento sia la tonalità di luce più adatta ad ambienti diversi.
Questo apparecchio, infatti, permette di ottenere un'illuminazione ottimale anche di spazi limitati, riuscendo a controllare la dispersione della luce verso direzioni indesiderate, limitando così sia l'inquinamento luminoso sia il consumo di energia.
Questi apparecchi non sono riconducibili ad una casistica ben precisa, ma è possibile notare che di solito si possono distinguere in tre gruppi:
- diffusori, costituiti da una parte diffondente in materiale semitrasparente, riducono la forte luminanza della sorgente aumentando la superficie luminosa apparente, che riduce anche l'abbagliamento; possono assumere svariate forme e l'attacco, che contiene le componenti fragili e suscettibili di deterioramento (lampada, portalampada, dispositivi per l'alimentazione, morsettiere per i collegamenti elettrici e cavi) ha solitamente la forma a guscio. Adottando un diffusore di grandi dimensioni si consente uno sfruttamento ottimale del flusso luminoso, con l'impiego di lampade di potenza elevata.
- rifrattori, formati da involucri doppi o tripli di vetro o materiale plastico, disseminano i raggi luminosi nelle direzioni volute.
- riflettori,  hanno come scopo quello di dirigere il flusso luminoso in un angolo solido determinato e solitamente, quando devono focalizzare il flusso luminoso con una ripartizione uniforme della luce, sono a specchio, si utilizzano cioè dei materiali con fattore di riflessione elevato, come il vetro argentato, l'alluminio lucidato o il rame cromato; nascondendo solo in parte il corpo luminoso, dovranno essere schermati per non dar luogo al fenomeno dell'abbagliamento
e solitamente sono dotati dei lampade a vapori di mercurio o a vapori di alogenuri metallici, particolarmente indicate per l'illuminazione stradale, oppure a vapori di sodio, usate soprattutto dove occorre raggiungere un alto grado di visibilità e non sia necessaria la fedele percezione dei colori.

Gli apparecchi illuminanti a parete utilizzati per illuminare monumenti ed architetture devono avere un elevato grado di protezione, che ne consente il funzionamento a contatto con gli agenti atmosferici. Devono essere garantite la funzionalità e la sicurezza considerando le escursioni termiche dipendenti dalla stagione e dal clima. Per questo motivo essi sono costruiti con materiali in grado di resistere all'azione corrosiva degli agenti atmosferici, hanno schermature molto resistenti e supportano lampade a lunga durata, per limitare gli interventi di sostituzione, spesso in luoghi difficilmente accessibili.

vai a illuminazione per Esterni

CONDIVIDI
Articolo precedentePer aree verdi
Articolo successivoApparecchi da tavolo