mostra – Una mostra composta da 80 progetti realizzati da architetti italiani under 40 e realizzata con lo scopo di documentare lo stato attuale dell’architettura italiana e le sue tendenze di sviluppo.

Il GiArch (Coordinamento Nazionale dei Giovani Architetti Italiani) e UTET Scienze Tecniche® hanno avviato una collaborazione per promuovere l'architettura italiana under40, attraverso la serie di monografie della nuova collana editoriale LineaGiArch e attraverso la mostra denominata "Progetti di Giovani Architetti Italiani", inaugurata lo scorso 2 dicembre, presso la Triennale di Milano - Sede Bovisa. I progetti, selezionati da una giuria nazionale, sono stati raccolti attraverso un bando di autocandidatura aperto a tutti i giovani architetti. L'ampia panoramica di casi selezionati e la varietà di tipologie e scale d'intervento, hanno permesso di rappresentare in modo significativo il quadro dello stato attuale dell'architettura italiana e delle tendenze di sviluppo sulle quali stanno lavorando i giovani architetti. La mostra, affiancata da un ciclo di conferenze e interviste T_Talks in cui i principali protagonisti hanno raccontato le loro idee e approcci progettuali, è stata accompagna da due volumi della nuova collana editoriale LineaGiArch, che in oltre 600 pagine presentano gli 80 progetti selezionati, descrivendo lo sviluppo e la realizzazione di ciascun edificio, dal concetto iniziale sino ai particolari costruttivi e di dettaglio.
Curatore dell'iniziativa: architetto Luca Paschini.

Progettisti selezionati per il primo e il secondo volume:
ABW, Elena Arcidiacono, Nicola Auciello, aut_Miglietta Associati, Daniele Baiotto, B+D+M, BEMaa, Roberto Bianchi, Thomas Bisiani, Alessio Bolgan/Zanon Associati, Boffa/Delpiano, brh+, Riccardo Butini, Luigi Cafiero, Davide Cammarata, Gianclaudio Caponio, Mauricio Cardenas Laverde, Eros Colzani, Eddy Cretaz, Cumo/Mori/Roversi, dep studio, Designo, diverserighe, EXiT, Enza Evangelista, FANstudio, Nicola Feriotti, Fondarius Architecture, Lorenzo Fontana, Erik Giudice, Ghigos Ideas, Marco Grandesso/Schiavo/ZAmbarda, Graziano/Casolino, Iotti/Pavarani, Liverani/Molteni, Paolo Livi, maat architettura, mag.MA architetture, Manca Studio, Elena Manferdini, MARC, MDU, Medir, Microscape, Montini/Zoli, mtstudio, Neostudio, nEmoGruppo, Nicolino/Ratti, OBR, Andrea Oliva, Openbau, Paratelier, Donatella Pino, Lorenzo Rossi, RWS, Michele Saulle, Signorotti/Sotte, Spedstudio, Studio 74, Studio Disegno, Studio HYD, Studio M2R, Tabò/Mukerjee, Tabò/Baiotto, Ternullomelo, Traverso/Vighy, Unders, Rodolfo Virgili, Denis Zaghi, ZaniratoStudio.

CONDIVIDI
Articolo precedenteL’arte del 900 trova casa
Articolo successivoTrasparenza sostenibile