Rivestimenti in resina sintetica

Testo di Luciano Cannas

Le resine sintetiche hanno la funzione di rifinire e proteggere con vari formulati la pavimentazione cementizia. La principale caratteristica delle resine sintetiche sono la resistenza agli urti, all'abrasione e all'azione aggressiva dei composti chimici.

Sono utilizzati in ambienti produttivi, uffici, negozi, grandi magazzini ovvero dove è richiesta una superficie continua, resistente all'usura, antisdrucciolevole anche se bagnata e pulibile con rapidità.
L'applicazione delle resine sintetiche avviene sulla superficie cementizia sotto la forma liquida.

Le resine sintetiche migliorano inoltre le caratteristiche estetiche e prestazionali della superficie attraverso aspetti, cromatismi e finiture differenti. Lo strato di rivestimento superficiale in resine colorate con pigmenti fini distribuiti nella massa e stabili alla luce è applicato sugli strati sottostanti dopo una mano di specifico primer preparatoio.

I composti sono prodotti in tipologie monocromatiche , a effetto granigliato o a scaglie policrome. L'uso del colore permette di diversicare le varie aree di lavorazione negli ambienti soprattutto dove è necessario segnalare eventuali pericoli.

Per sale operatorie, centri informatizzati, ambienti di sicurezza vengono utilizzati rivestimenti resinosi in versione antistatica additivati con cariche conduttive.

Per approfondire
criteri e tecniche di produzione

Fonte testo: A. Boeri, Sistemi di Prefabbricazione, Ed. Hoepli 2001, Milano

CONDIVIDI
Articolo precedenteProprietà
Articolo successivoCriteri e tecniche di produzione