Superfici prismatiche e pellicole olografiche

Servono per diffondere la luce naturale negli ambienti trasformando la luce diretta del sole in luminosità diffusa. Le superfici prismatiche sono pannelli realizzati in vetro, policarbonato, materiale acrilico o poliestere che hanno diverse forme geometriche e deviano i raggi solari a seconda dell'angolo di incidenza con cui vengono colpite e consentono quindi, attraverso questo espediente, di dirigere la luce dove serve. Gli ologrammi vengono prodotti mediante laser sotto forma di pellicole sottili e successivamente incorporate all'interno di lastre trasparenti di vetro stratificato. Mediante l'effetto fisico della diffrazione, essi guidano la luce analogamente agli specchi, prismi, lenti ed altri elementi ottici, senza peraltro diminuire in maniera significativa la trasmissione della radiazione solare. I sistemi olografici ottici si inseriscono tra quelle soluzioni che sfruttano meglio la luce diurna sia nelle condizioni di cielo coperto, sia durante i periodi di illuminazione solare diretta, consentendo di ottenere un miglioramento della distribuzione dell'illuminazione diurna mediante la deviazione controllata della radiazione solare sia diffusa, sia diretta.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa luce naturale
Articolo successivoLe fibre ottiche