Telefono

Autore testo:
M. Adami, A. Casadei, L. Stralanchi

Il telefono, sia del tipo cordless che cellulare, sta diventando la reale alternativa all'interfaccia a tastiera, essendo il telefono uno dei più diffusi sistemi che mediante apposite tecnologie (GSM Wap, UMTS, Bluetooth) può trasformarsi in un ottimo controllo a distanza del sistema d'integrazione elettronico della casa e quindi di controllo per un impianto di apparecchi elettrici ed elettronici connessi in rete, con tecnologie a bus o wireless.
Il telefono, sia cordless con una base fissa di ricezione, che cellulare, utilizzano la tecnologia wireless ad onde radio, i telefoni assumono oggi diverse soluzioni, sia nelle dimensioni che nelle funzioni assecondando la sua configurazione d'uso.
Ci sono sul mercato soluzioni complesse e tecnologicamente avanzate che permettono l'uso e il controllo di tutta la rete di apparati con le loro specifiche caratteristiche.
Il cellulare con funzioni di controllo a distanza più comune è del tipo numerico, che abbina ad il tastierino dei dieci numeri una serie di tasti dalle funzioni specifiche per ogni utilizzo, tasti-dedicati che svolgono una singola funzione, per permettere il controllo dei sofisticati sistemi di domotica casalinga i telefoni devono necessariamente collegarsi in rete, attraverso degli specifici protocolli di dialogo denominati GSM Wap, che è un sistema semplificato per visualizzare delle pagine web che sono tradotte dal linguaggio html, UMTS che è un nuovo tipo di protocollo che è connesso in rete in maniera permanente e le visualizza in linguaggio html e una nuova tecnologia Bluetooth adottata da oltre 2000 aziende che permette l'interconnessione alla rete attraverso le onde radio. Il telefono è indicato per i moderni sistemi di domotica in cui gli apparecchi connessi in rete fanno necessariamente riferimento all'unità centrale (personal computer) che può essere collegato alla rete internet per il suo funzionamento, poiché la sua facilità di utilizzo lo pone tra le interfacce definite users-friendly, cioè con un uso semplificato e diretto.
Il telefono ha inoltre un vantaggio nel suo raggio d'azione, che grazie alla tecnologia wireless, permette il controllo dei sistemi di domotica anche da molto lontano (per esempio attraverso il cellulare GSM Wap si può accendere il forno dall'ufficio poco prima di arrivare a casa).
Attualmente i cellullari sono usati in fase sperimentale per usi specifici cioè per un singolo utilizzo e controllano una parte specifica di apparecchi elettronici collegati, ad esempio il sistema di controllo anti-intrusione, la climatizzazione degli ambienti, finestre e tende motorizzate, l'impianto di illuminazione o gli impianti AUDIO-VIDEO che possono essere comandati da un sistema semplificato di INPUT, come ad esempio una combinazione numerica a PASSWORD per i sistemi antifurto o il comando ON-OFF per le luci o APERTO-CHIUSO per le finestre. Nel prossimo futuro l'introduzione di software dedicati permetterà di gestire le informazioni (INPUT) trasmesse dal cellulare e trasformarle in OUTPUT da inviare ai singoli componenti della casa-domotica.
I cellulari e cordless sono dotati di un alimentazione propria (spesso anche con semplici batterie alcaline) e di un piccolo display elettronico.
I produttori stanno sviluppando telefoni sempre più evoluti, che attraverso un software specifico, dialogheranno con il sistema operativo della rete e permetteranno il controllo di tutti gli apparati elettronici della casa.

Cordless

Cordless

Cellulare

Cellulare

CONDIVIDI
Articolo precedenteTelecomandi
Articolo successivoCaratteristiche generali