fiere – Nuno Almeida ha presentato a Bologna i lavori dello studio.

L'architetto Nuno Almeida ha presentato giovedì 29 ottobre, al SAIEConcrete, l'architettura "seduttiva" di UNStudio di Van Berkel, lo studio internazionale con base ad Amsterdam vincitore nel 2008 del prestigioso Concrete Architecture Award per la progettazione del Museo Mercedes-Benz di Stoccarda.
Ad introdurre i lavori Alberto de Vizio, direttore di ATECAP, che ha evidenziato l'approccio innovativo di UNStudio che nelle sue realizzazioni riesce a dare vitalità e capacità seduttiva al calcestruzzo, materiale in grado di rinnovarsi continuamente, esprimendo un forte interesse nei confronti dell'automazione. Nel presentare lo studio, Almeida ha messo in evidenza l'aspetto collaborativo e di condivisione di know how che lo caratterizza. Si tratta di un United Network che lavora in molti paesi di tutto il mondo (dall'Europa alla Cina, dagli USA alla Corea) e ha un range di progetti molto ampio, dalla sedia al grattacielo, dal ponte al grande museo.
L'architetto ha fatto una carrellata dei progetti più importanti realizzati e in fase di realizzazione, come il Mercedes-Benz museum a Stoccarda, l'Erasmus Bridge a Rotterdam o il Music Theatre a Graz in Austria, spiegando come alla base delle scelte effettuate ci sia sempre stato un profondo interesse per la geometria e per l'automazione, che hanno reso possibile l'utilizzo del calcestruzzo, "materiale che ci affascina - ha affermato - e ci interessa particolarmente", nella realizzazione di forme particolarmente sinuose e morbide. Ne è un esempio il twister che caratterizza il museo della Mercedes, nel quale la tecnologia della doppia elica ha reso possibile un'organizzazione molto particolare dello spazio, "importante - ha spiegato Almeida - per creare una corrispondenza visiva tra i vari comparti che garantisse un collegamento visivo fondamentale".

CONDIVIDI
Articolo precedenteEnergy Park a Vimercate
Articolo successivoGruppo 24 ORE al SAIE