built – Solo dieci mesi per la realizzazione della VitraHaus, "casa" del Campus della rinomata azienda di arredamento concepita per ospitare la Home Collection.

Ci sono voluti solo dieci mesi per la realizzazione della complessa struttura della VitraHaus, "casa" del Campus della rinomata azienda di arredamento concepita per ospitare la Home Collection, collezione di riedizioni e di novità nata nel 2004 e dedicata agli ambienti domestici.

Tempi record per un progetto, affidato nel 2006 al duo Herzog & De Meuron - andati ad aggiungersi alla già ricca rosa di progettisti rinomati intervenuta nell'area (da Frank Gehry a Tadao Ando, da SANAA a Jean Prouvé) -, che rilegge in chiave contemporanea il tema archetipico della casa: precisamente dodici volumi dal tetto a capanna, che si intersecano tra loro in modo apparentemente caotico. Dando vita a spazi espositivi affacciati sull'ambiente circostante e aperti allo sguardo grazie ai terminali vetrati, che danno un aspetto quasi astratto agli ambienti interni.

Simile a una piccola città verticale, stratificata, la VitraHaus offre internamente ulteriori sorprese, grazie a un layout dal segno organico, che si fonde con la poligonalità più netta sorta dall'incastro dei volumi: un "mondo segreto", secondo gli stessi progettisti, dal carattere quasi labirintico, risolto strutturalmente con la scelta del cemento armato gettato in opera. Tecnica costruttiva che ha permesso l'intricato collage di volumi, con elementi a sbalzo nel vuoto sino a 15 metri, e nel contempo la velocità di realizzazione.

Sistemi adattabili PERI
La realizzazione delle singole strutture di calcestruzzo è avvenuta in avanzamento asimmetrico: prima la base, poi le pareti e infine il tetto spiovente. Tutti gli elementi dovevano essere realizzati completamente di cemento armato, a causa della loro funzione portante. Per le superfici dei tetti, la cui inclinazione varia dai 6 ai 42 gradi, sono state costruite unità di stabilizzazione PERI, utilizzando componenti standard dei sistemi VARIO GT 24 e VARIOKIT: correnti metallici SRU e puntoni di forza SLS con le relative parti per il collegamento. Il trasferimento dei carichi è avvenuto attraverso un'impalcatura modulare PERI UP, facilmente adattabile alle diverse geometrie della struttura e con tempi di montaggio molto brevi.
Poiché le dodici strutture sono posizionate ad altezze diverse, sono stati costruiti, in corrispondenza delle cinque strutture base, quattro piani di sostegno e di lavoro, ad altezze comprese tra 3,50 e 14,80 metri, funzionanti da base per le successive costruzioni. I carichi mobili e quelli del calcestruzzo fresco sono stati trasferiti in sicurezza al suolo e alle superfici inclinate dei tetti sottostanti grazie al sistema MULTIPROP e (per altezze elevate) all'impalcatura modulare PERI UP. Inoltre, sono state utilizzate anche strutture di stabilizzazione composte da elementi SRU e SLS.
La disposizione in pianta dei singoli elementi costruttivi prevedeva angolature irregolari che hanno reso necessario un costante adattamento dei sistemi modulari alle superfici di appoggio diverse per ogni livello di lavoro. Nell'ambito dei sostegni per pareti era necessario tenere conto di carichi in linea fino a 70 kN per metro lineare: la modularità e la base a maglia del sistema di impalcature PERI UP hanno reso possibile l'adattamento ottimale della struttura ai carichi e alla geometria.

scheda progetto

Termine dei lavori: febbraio 2010

Committente: Vitra GmbH

Progetto architettonico: Herzog & de Meuron

Ingegneria strutturale: ZPF Ingenieure

Impresa costruttrice: Krebser und Freyle

Progetto paesaggistico: August Künzel Landschaftsarchitekten AG

scheda azienda

Nome: Peri Spa

Indirizzo: Via Pascoli, 4

Città: Basiano

Cap: 20060

Provincia: MI

Regione: Lombardia

Telefono: 02 950781

Fax: 02 95761914

e-mail: info@peri.it

Web: www.peri.it

CONDIVIDI
Articolo precedenteTra essere e apparire
Articolo successivoFogli di calcestruzzo