Il progetto presenta una superficie pari a 1175 metri quadrati. Si tratta della ristrutturazione dell'edificio esistente attraverso il mantenimento dei muri perimetrali dei lati nord, est e sud confinanti con alcuni edifici residenziali, la demolizione delle parti centrali del fabbricato e la costruzione della biblioteca come un volume contenuto entro i limiti di altezza del vecchio edificio e sviluppato in parte fuori terra e in parte sotto terra.

Andrea_Maffei_Biblioteca_Maranello_Foto_Esterni01

Sul lato ovest è ubicato l'accesso alla nuova biblioteca. Il progetto si è sviluppato partendo dalla definizione di tre spazi principali, corrispondenti ad un'area di consultazione, una grande sala lettura ed alle sale polivalenti, quest'ultime utilizzabili indipendentemente. All'interno di questi tre spazi principali sono previsti: le aree di consultazione e deposito del patrimonio librario, l'emeroteca, la fonoteca e videoteca, la ludoteca, la sala polivalente, la sala studio, l'archivio storico comunale, la sala per esposizioni o allestimenti temporanei. All'interno di questi locali sono stati previsti degli spazi di servizio che prevedono delle postazioni per la consultazione dei cataloghi e per l'accesso ad internet, il banco prestito per gli utenti, gli uffici amministrativi per il personale della biblioteca e il magazzino di deposito della biblioteca. E' stata prevista una suddivisione degli spazi di lettura in base alla categoria dei possibili fruitori e particolare attenzione è stata rivolta agli spazi per bambini di età compresa fra 0 e 6 anni, per quelli fra i 6 e i 10 anni e per quelli fra gli 11 e i 14 anni. Gli studenti delle scuole superiori e quelli universitari invece dispongono di spazi per la consultazione e lo studio che non interferiscono con gli altri.

L'edificio si compone di tre volumi principali concepiti per rispondere al meglio alle funzioni in essi contenute. Al piano terra troviamo un volume trasparente che ospita la caffetteria, con annesso uno spazio di servizio ed un ampio bancone, gli spazi espositivi per l'associazione "Maranello terra del mito" e tutti gli spazi di consultazione e lettura della biblioteca. Il volume si specchia sulla superficie d'acqua che lo circonda e l'acqua riverbera il colore verde intenso dell'edera che arricchisce i muri di confine mantenuti dal progetto. Una pensilina aggetta verso gli spazi pubblici e rende riconoscibile l'architettura dalla strada; all'interno il bianco assoluto del pavimento in resina e degli arredi brilla del verde esterno riflesso attraverso la parete continua vetrata, che corre lungo la forma curvilinea.

La luce che pervade l'open space della biblioteca si esibisce in un gioco di riflessi che rimbalzano dagli elementi bianchi degli arredi, del pavimento e delle strutture, all'acqua e alle vetrate continue trasparenti. Un solo volume opaco è collocato sul lato sud, anch'esso bianco purissimo, per contenere gli spazi di servizio, le scale di discesa agli interrati e la ludoteca, dotata di finestra per permettere la luce naturale.

Il piano interrato consiste in un parallelepipedo al quale si accede attraverso una scala e un ascensore per disabili, con funzione anche di montacarichi per il libri. Subito ci troviamo in uno spazio libero costituito dalla sala polivalente e dallo spazio espositivo, che può essere allestito a piacimento. In questo ambito sotterraneo trovano collocazione anche gli spazi di deposito per il patrimonio libraio della biblioteca, nonché l'archivio storico comunale che dispone di piccoli spazi consultativi appositi.
(Testo: Andrea Maffei)

 

Scheda progetto

Località:  Maranello, Italia
Cliente  Maranello Patrimonio s.r.l.
Cronologia: concorso:  aprile 2007; affidamento d’incarico:  giugno 2008; inizio lavori:  settembre 2009; fine lavori:  luglio 2011; inaugurazione:  settembre 2011
R.U.P.:  ing. Salvatore Faino / Comune di Maranello
Progetto:  Arata Isozaki e Andrea Maffei
Design team: arch. Alessandra De Stefani, arch. Carlotta Maranesi / Andrea Maffei Architects, arch. Stefano Tozzi / M+T & Partners
Coordinamento della sicurezza: arch. Enrico Bianchini
Strutture:  ing. Mario Sbrozzi, Studio Sbrozzi, Modena
Impianti:  ing. Manuele Petranelli, Studio Petranelli, Firenze
Verde: dott.sa agr. Laura Gatti, studio Gatti, Milano
Lighting design:  Koichi Tanaka, M+K Design, Milano
Costruzione: appaltatore generale:  ATI – Cooperativa Muratori Reggiolo e Manutenzioni Generali Reggiane; vetrate:  SLIA Serramenti, Napoli
Direttore lavori:  arch. Andrea Maffei / Andrea Maffei Architects s.r.l.
Vice-direttore lavori:  geom. Maurizio Forghieri
Direzione operativa edile:  arch. Alessandra De Stefani / Andrea Maffei Architects s.r.l.
Direzione operativa strutture:  ing. Mario Sbrozzi / studio Sbrozzi
Direzione operativa impianti:  ing. Manuele Petranelli / studio Petranelli
Dimensioni: superficie del lotto:  850 mq.; superficie lorda edificata:  1.175 mq.; superficie lorda del progetto: 1.175 mq.; altezza massima fuori terra: 5.3 m