Schoeck

L’intervento residenziale Via Roma situato a margine del centro storico di Gallarate, lungo l’asse del Sempione, è frutto di un piano di recupero dell’area in cui erano presenti due antiche corti ormai in disuso. Il progetto è stato curato dall’architetto Alvaro Siza, personalità più rappresentativa della cosiddetta “scuola di Porto” e vincitore del prestigioso premio Pritzker nel 1992. Lo stile di Siza viene spesso chiamato di “modernismo poetico”, per la sua capacità di introdurre elementi creativi ed emotivi in un approccio moderno e originale ai progetti.
Il complesso Via Roma di Gallarate deriva proprio dalla particolare attitudine del maestro portoghese Alvaro Siza ad analizzare le trasformazioni del tessuto urbano storico della città. Il risultato è la continuità con i caratteri tipologici dell’isolato, costituito da corti. I due edifici antistanti di cui si compone l’insediamento danno vita a una corte allungata in cui convivono due tipologie costruttive differenti: da una parte, verso via Roma, il corpo autonomo di una villa moderna e dall’altra, verso l’interno, una palazzina a corte. L’articolazione dei due volumi organizza lo spazio urbano con una sequenza di pieni e di vuoti, di corti e cortili. Il complesso residenziale si articola su quattro piani fuori terra che ospitano un totale di 20 appartamenti e due piani interrati a uso autorimessa per 94 posti auto. È chiaramente visibile un’attenzione tutta particolare all’ambiente e al verde in città, con la presenza nel progetto di aree verdi che si sviluppano non solo all’interno della corte ma anche sui tetti. Le coperture sono, infatti, costituite in parte a verde pensile e in parte a pannelli fotovoltaici.

Il progetto di Alvaro Siza rappresenta sotto tutti gli aspetti un elevato livello qualitativo. Sono state utilizzate tecniche costruttive per le strutture, l’involucro esterno e gli impianti tra le più avanzate. I solai sono in c.a. con post tensionamento, le facciate ventilate in travertino romano e i serramenti scorrevoli in alluminio tipo “slim” a taglio termico. Gli impianti sono stati pensati nel senso della massima efficienza energetica. La generazione termica centralizzata avviene con pompa di calore con scambio con sonde geotermiche. Questo impianto è utilizzato sia per il riscaldamento che per l’acqua calda sanitaria. Gli appartamenti sono dotati di riscaldamento e raffrescamento a pavimento e ventilazione meccanica. La classe energetica sarà la A+.
Gli ampi balconi a loggia che contraddistinguono le facciate interne hanno richiesto l’impiego degli elementi Isokorb® della ditta Schöck per l’eliminazione dei ponti termici. Isokorb® è un elemento di raccordo tra le solette a sbalzo e il solaio interno dell’edificio ed è un alleato perfetto per l’edilizia sostenibile perché garantisce il perfetto taglio termico di parti a sbalzo, proteggendo la struttura dell’edificio e riducendo la perdita di energia in punti nevralgici come i balconi. Il corretto isolamento dei balconi permette di evitare la formazione di condensa e macchie di muffa sulle pareti, nonchè conseguenti danni alla struttura. Il progetto Via Roma imponeva il ricorso a soluzioni costruttive isolanti compatibili con il basso spessore dei balconi: Isokorb®, con la sua altissima versatilità, ha rappresentato la soluzione ideale, poiché oltre a garantire il perfetto taglio termico, offre ai professionisti una grande libertà in fase di progettazione, adattandosi anche ai progetti più impegnativi, che richiedono particolari attenzioni nella pianificazione. Oltre ai grandi investimenti in ricerca e sviluppo prodotto, l’azienda pone molta cura alla qualità dei servizi offerti: i consulenti Schöck sono al fianco di architetti e progettisti, offrendo la propria assistenza prima, durante e dopo la costruzione dell’edificio con servizi personalizzati, come ad esempio il calcolo delle dimensioni specifiche degli elementi costruttivi in fase di progettazione e la consulenza diretta in cantiere.

Scheda progetto
Nome progetto: Via Roma
Luogo: Gallarate (VA)
Tipo di intervento: nuova costruzione
Incarico: complesso a uso residenziale di quattro piani fuori terra per 20 appartamenti e due piani interrati a uso autorimessa per 94 posti auto
Inizio lavori: gennaio 2016
Stato attuale dell’opera (febbraio 2018): completate le strutture portanti e iniziate le opere civili e impiantistiche
Stima fine lavori: dicembre 2018
Superficie e volume edilizio: residenza 2700 mq di slp, 8300 mc volume; autorimessa e cantine 4.000 mq slp, 10.800 mc volume
Architetto/progettista: Alvaro Siza Architetto – Porto
Progetto energetico: Studio Tecnico Associato Gamma Progetti – Gallarate
Impresa edile generale: Bonicalzi Costruzioni srl – Gallarate