Il sito di quattro ettari, si trova nella comunità nord di Pouembout sull’isola di Grand Terre, la più grande della Nuova Caledonia. Lì 7.888 pannelli produrranno energia elettrica sufficiente per alimentare 750 case. Il progetto da 2MWp è stato commissionato da TIEA Energie, una controllata della società Froico SA. Conergy avvierà le fasi di progettazione e costruzione (EPC) dell’impianto nei prossimi mesi, in partnership con l’appaltatore locale AMBI Energia.

La forma del cuore sarà visibile solo dall’alto, quando sarà completato nel primo trimestre 2015. Il “cuore della Nuova Caledoniafarà risparmiare circa 2 milioni di tonnellate di emissioni di anidride carbonica in 25 anni, rispetto all’olio combustibile, al gasolio e al carbone che ancora oggi generano la maggior parte dell’energia prodotta nelle isole. David McCallum, Managing Director di Conergy Australia, ha dichiarato: “Il solare ha costi competitivi di realizzazione ed è un prodotto interessante dal punto di vista finanziario, dal momento che i costi di gestione sono bassi e che non necessita di alcun carburante. Conergy ha una lunga esperienza in progetti solari che sono stati costruiti in tutto il mondo, nei luoghi e nelle condizioni più particolari, ma è la prima volta che ci viene chiesto un impianto a forma di cuore. Ne siamo perfettamente in grado grazie alla nostra competenza, affidabilità, efficienza che applichiamo ovunque sia necessario“. McCallum ha proseguito: “Il ‘cuore della Nuova Caledonia‘ sarà un monumento che rappresenta la Nuova Caledonia e che dimostra la bellezza e la grandezza della natura. Sarà un messaggio a forma di cuore gigante per il mondo: è il momento di iniziare ad amare il solare“.
 
L’esclusivo design dell’impianto prende ispirazione dal “Cuore di Voh“, una vicina area ricca di mangrovie che ha naturalmente preso la forma di un cuore. Il “Coeur de Voh” è diventato famoso in tutto il mondo grazie alla fotografia aerea dell’attivista Yann Arthus-Bertrand pubblicata nel libro “Il mondo dall’alto“.