ENERGIA SOSTENIBILE NELLE CITTÀ
   Testo a cura della redazione

Lunedì 10 marzo 2008 a MIlano è stato presentato il Concorso “Energia
sostenibile nelle città” , promosso dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela
del Territorio e del
Mare (MATTM) e dall’Istituto Nazionale di Urbanistica
(INU) nell’ambito della campagna Energia Sostenibile per l’Europa (SEE) in
Italia, rivolto ai soggetti, pubblici e privati, impegnati nell’elaborazione di
piani e progetti urbanistici attenti alle problematiche energetiche e alla
sostenibilità dello sviluppo e il cui obiettivo del concorso è la disseminazione
di buone pratiche nella gestione del capitale energetico delle città secondo una
visione olistica.
Il Ministero dell’Ambiente, dal 2006, è focal point
nazionale per la campagna SEE al fine di promuovere la sostenibilità energetica
ed ambientale in Italia. L’obiettivo da raggiungere, in collaborazione con
l’Unione Europea, è anche quello di sensibilizzare l’opinione pubblica e le
parti sociali a sostenere politiche e misure (nazionali e comunitarie), in
materia di uso responsabile ed “intelligente” dell’energia. La partnership di
eccellenza tra il Ministero dell’Ambiente e l’INU si sostanzia, quindi, nella
promozione di idee ed iniziative nel campo della sostenibilità energetica,
applicata alla pianificazione urbanistica e al settore dell’edilizia, con
l’intento di giungere ad una definizione paradigmatica della sostenibilità,
intesa come unità culturale, interpretativa e fattuale, capace di stabilire un
modello riconoscibile ed autonomo per azioni, interpretazioni e valutazioni.

Criteri di selezione
I piani e i progetti presentati dovranno dimostrare
l’applicazione sostenibile di diverse tecnologie e tecniche energetiche in modo
efficace e coordinato all’interno delle aree urbane, al fine di conseguire
significativi e misurabili riduzioni delle emissioni dei gas serra e di
migliorare gli indici di qualità della vita. Particolare attenzione dovrà essere
posta a quegli elementi capaci di integrare i piani e i progetti nel contesto
territoriale in cui saranno realizzati, con riguardo alle strategie di sviluppo
municipale a medio termine, alle misure di mobilità sostenibile, di
valorizzazione degli spazi pubblici (verde, spazi aperti, ecc.). Un altro
criterio di scelta sarà la partecipazione delle donne e il coinvolgimento
sociale dei cittadini, attori sempre più attivi e consapevoli del proprio ruolo
di operatori della sostenibilità urbana. Il livello di potenziale replicabilità
sul territorio dei piani e dei progetti presentati sarà uno degli elementi
prioritari considerati in sede di valutazione, insieme alla dimensione
competitiva, basata su misure economiche atte a sviluppare nuovi sistemi di
cooperazione tra pubblico/privato e a sollecitare il diretto coinvolgimento di
istituti finanziari, tra cui in particolare le ESCO (Energy Service
COmpanies).
Il bando prevede una partecipazione gratuita alla selezione,
avendo cura di segnalare a quale sezione del concorso si intende
partecipare.
La sezione A – “Metodologia” è dedicata alle linee metodologiche
utilizzate nell’elaborazione di piani e progetti urbanistici ed è rivolta alla
diffusione di elementi originali di natura tecnico-scientifica e socio-culturale
inerenti alle specifiche finalità del concorso.
La sezione B – “Progetti
Energeticamente Sostenibili” è indirizzata alla ricerca di nuove soluzioni
progettuali “sostenibili” a livello edilizio ed urbano in grado di migliorare la
gestione del capitale energetico delle città.
La valutazione delle
candidature al Concorso sarà operata da una Commissione di esperti presieduta da
Corrado Clini, Direttore Generale del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del
Territorio e del Mare e costituita da altri cinque membri, tra cui Federico
Oliva, Presidente dell’Istituto Nazionale di Urbanistica

Scarica qui il
bando

Per informazioni
www.urbanpromo.it
www.campagnaSEEitalia.it