Tecnologie – Grazie a Energy@home gli elettrodomestici si autoprogrammano e consumano meno. Electrolux, Enel, Indesit e Telecom Italia hanno firmato un accordo per sviluppare servizi basati sulla comunicazione alle macchine e l'ottimizzazione dei consumi.

Articolo tratto da Energia24 n.19

Lo schema in alto illustra i contenuti principali dell'accordo tra Enel, Telecom Italia e le due aziende del settore Electrolux e Indesit per sperimentare un sistema tecnologico grazie al quale gli elettrodomestici "intelligenti" potranno ottimizzare i consumi energetici delle abitazioni. Ciascuna delle imprese aderenti al progetto Energy@home metterà a disposizione dei prototipi per sperimentare le soluzioni innovative. In particolare Enel garantirà il sistema Telegestore e le applicazioni opportunamente adeguate per interagire con l'infrastruttura di telecomunicazione e gli elettrodomestici; Telecom Italia la propria piattaforma di rete broadband fissa e mobile che, tramite il gateway Alice Home e la tecnologia wireless Zigbee, consentirà lo scambio di informazioni tra gli elettrodomestici di casa e gli apparati Enel; Electrolux e Indesit i prototipi degli elettrodomestici intelligenti e gli applicativi di gestione per le connessioni e il corretto scambio di informazioni per la regolazione dei consumi. La sperimentazione si concluderà nel 2010 e prevede il coinvolgimento di alcuni consumatori selezionati su tutto il territorio nazionale. Si valuterà alla fine la possibilità di coinvolgere altri partner al fine di comporre un eco-sistema di aziende operanti.

Il "ContaCorrente" di Energrid visualizza tutti i consumi minuto per minuto. Calcolare i flussi di corrente per un'utenza dalle grandezze di una piccola o media impresa non è cosa semplicissima. Così diventa un servizio in più quello che Energrid sta offrendo sotto il nome di "ContaCorrente". La società controllata dal Gruppo Gavio offre ai propri clienti un dispositivo digitale di facile installazione tanto che viene eseguita dal cliente stesso permettendo di analizzare la fornitura di energia elettrica in tempo reale visto che sul display viene evidenziato il valore indicativo dell'energia consumata. Secondo le stime di Energrid, in Europa il sistema sarebbe già utilizzato da più di 600mila utenti e offre loro la possibilità di conoscere e quindi ottimizzare i propri consumi di energia elettrica.

L'obiettivo è consumare meglio per spendere meno (e ridurre le emissioni di CO2). In Italia, fino a oggi, solo le aziende medio-grandi potevano accedere al servizio di monitoraggio dei consumi. Il progetto consente di mettere l'intelligenza tecnologica al servizio del consumatore e, in questo caso, anche dell'ambiente. Visto che il risparmio energetico va di pari passo con la tutela e la salvaguardia delle risorse naturali.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTALKing IED
Articolo successivoRequisiti acustici degli edifici