premiazione – Roma. Lo scorso 24 maggio sono stati assegnati i premi nazionali di architettura IN/ARCH - ANCE, giunti alla IV edizione.

"Promuovere la qualità architettonica attraverso politiche esemplari soprattutto nel settore della cosruzione pubblica". Questo l'impegno che gli stati membri dell'Unione Europea hanno sottoscritto per la creazione e il rispetto di una qualità architettonica, che troppo spesso la classe dirigente del paese - in primis - ha dimenticato. I premi IN/ARCH-ANCE vogliono perseguire questo scopo, assegnando un riconoscimento alle architetture selezionate in un periodo di 5 anni, che si sono fatte portavoce di innovazione tecnologica e progettuale.

Un modo per cercare di creare un "sistema" che ancora manca a livello nazionale e che sia anche in grado di premiare la sinergia tra diversi soggetti - committente, progettista e impresa - fondamentale per la creazione di un'architettura di qualità.

Tra le 150 opere segnalate da un team di advisor esterni, che hanno analizzato e selezionato i candidati, sono state assegnati i premi a sei realizzazioni sul territorio nazionale:

  • Premio Nazionale per un intervento di nuova costruzione

Nuovo Museo Nazionale dell'automobile di Torino, progettato da Cino Zucchi Architetti (capogruppo) - Recchi Engineering Srl e Proger Spa. Realizzato dalle imprese Arcas SpA, Siemens SpA, Bogetto Engineering srl e D'Arcano Sergio srl.

  • Premio Nazionale per un intervento di riqualificazione edilizia

Restauro del Tempio del Duomo a Pozzuoli e di allestimento del Percorso Archeologico Ipogeo al Rione Terra di Pozzuoli, commissionati dalla Regione Campania, il primo frutto del lavoro di un team di progettisti con capogruppo Marco Dezzi Bardeschi; il secondo progettato dallo studio Gnosis Architettura, realizzati entrambi dal Consorzio Rione Terra.

  • Premio Nazionale per un intervento di Social Housing

Residenze sociali, parco e servizi al quartiere gallarate, a Milano, volute dal Comune di Milano, progettate dallo studio MAB Arquitectura degli architetti Massimo Basile e Floriana Marotta e realizzate dall’impresa Aldo Pollonio SpA

  • Premio Nazionale - Sezione Giovani

Nuovo Centro Servizi Bagnoli Hub a Napoli, commissionato da Bagnoli Futura Spa, progettato da ATI SERVIZI INTEGRATI - IDI e dall’arch. Silvio d'Ascia e realizzato dall’impresa Sled SpA

Nuovo centro di Formazione avanzata della società Immergas a Brescello, in provincia di Reggio Emilia, denominato DOMUS TECHNICA, progettato dallo studio Iotti+Pavarani Architetti e realizzato dall’impresa Impref srl

Museo Pitagora di Crotone, voluto dal Comune di Crotone, progettato da OBR - Open Building Research e realizzato da ATI Edilcase-Bossi

CONDIVIDI
Articolo precedenteArchivi di Architettura
Articolo successivoGreen Street 2011