nuova opera – Nel complesso fieristico di Rho prende forma la "torre orizzontale" progettata dallo studio 5+1AA, che ospiterà anche i nuovi uffici delle società del Gruppo Fiera Milano.

Al confine est del quartiere espositivo di Rho Fiera stanno per essere ultimate le nuove strutture direzionali di Fieramilano. La "torre orizzontale", progettata da Gianluca Peluffo e Alfonso Femia dello Studio 5+1AA con la collaborazione di con Jean Baptiste Pietri, nasce con lo scopo di accorpare in unica location prossima al quartiere espositivo, alcune delle società consociate di Fiera Milano spa, attualmente distribuite in varie sedi.
La struttura si pone come nuovo riferimento visuale a scala territoriale, in un paesaggio (l’asse del Sempione) che ha conosciuto un’urbanizzazione continua ma destrutturata.
La scelta tipologica dei progettisti ha portato alla definizione di un edificio compatto e monolitico allo stesso tempo, che presenta al suo interno due distinti corpi di fabbrica di 13 piani ciascuno, gestibili autonomamente uno dall'altro.
Stratificata attraverso tre spazi, la torre orizzontale è definita da un basamento, dall'interpiano del quinto piano e la sua doppia altezza, dal grande tetto giardino per coronamento.
Il foyer d'ingresso a tutta altezza separa e unisce allo stesso tempo le due parti della struttura ben distinte e definite.
Lo sviluppo planimetrico prevede un orientamento lungo un asse principale Est-Ovest per una lunghezza complessiva di 133metri e una larghezza di 16,65 metri, per un altezza complessiva di circa 54 metri.
La struttura dell'edificio è di tipo misto: i corpi scala sono in calcestruzzo armato, la struttura portante in elementi di acciaio composti e bullonati in opera e solai prefabbricati alveolari.
La superficie dell'edificio presenta un cromatismo oro cangiante, vetro e fibrocemento trasmettono toni diversi al variare della luce nel corso della giornata. La differenziazione della tipologia dell'involucro edilizio si contraddistingue per la facciata ventilata rivestita da pannelli in fibrocemento della parte nord che si trasforma in un sistema di brise-soleil Gold per modificarsi nella geometria divenendo orizzontale e ricamata da alcune specchiature riflettenti.
L'involucro è stato progettato per soddisfare le richieste del bando di concorso che stabiliva esplicitamente la realizzazione di un edificio dalle elevate prestazioni in termini di efficienza energetica che potesse raggiungere la "Classe A" secondo quanto previsto dalla normativa specifica vigente nella Regione Lombardia.
Il nuovo edificio sarà terminato entro luglio 2010, nel rispetto dei 18 mesi previsti per la consegna.





scheda progetto

Luogo: Milano

Committente: Sviluppo Sistema Fiera Spa

Progettista: 5+1 AA (Alfonso Femia e Gianluca Peluffo) & Pietri Architectes

Collaboratori: Simonetta Cenci, Raffaella Pirrello, Lorenza Barabino, Alessandro Bellus, Luca Bonsignorio, Stefania Bracco, Gabriele Filippi, Sara Massa, Carola Picasso, Francesac Recagno

Impresa di costruzione: Italiana costruzioni spa

CONDIVIDI
Articolo precedenteMassima efficienza per l’EURAC
Articolo successivoFlos a New York