evento – 19-26 marzo 2010, Settimana Europea dell'Energia Sostenibile. Trentino, Veneto e Friuli si scambiano esperienze e proposte per un nuovo concetto di sviluppo: un nuovo modello di rete tra comunità integrate sostenibili e sicure.

Il Trentino in prima fila per un futuro "green" del Nordest. Succede dal 20 al 26 marzo, quando in tutta Europa si tiene Eusew 2010, la Settimana Europea dell'Energia  Sostenibile, ossia il principale evento comunitario per la promozione delle energie rinnovabili. Una campagna che vede la provincia di Trento fra i protagonisti. In Trentino e Veneto, infatti, una serie di eventi, dal titolo GREENordEsT WEEK, promuoveranno dal 19 al 26 marzo le esperienze migliori nel campo delle energie rinnovabili. 

GREENordEst Week  si pone l'ambizioso obiettivo di  creare una rete fra comunità integrate, sostenibili e sicure e di mettere in luce le eccellenze di green economy che già il Nordest possiede.
Gli eventi, promossi da Habitech - Distretto Tecnologico Trentino per l'energia e l'ambiente, il portale Energheia Magazine, eAmbiente e Consorzio di Sviluppo Polesine  con la collaborazione di Enea, Eurosportello Veneto di Unioncamere del Veneto, Galileia e Veneto Innovazione, godono del patrocinio della Regione del Veneto, della Provincia di Trento, del sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia e della collaborazione del Ministero per l'Ambiente.

"Il Nordest italiano punta a diventare un'area metropolitana green, una rete di comunità integrate, sostenibili e sicure e comincia a unire, grazie agli eventi della Settimana Europea, i tasselli di un sistema industriale nuovo, meno energivoro di quello passato e in linea con un sistema residenziale e di consumo più sostenibile, sempre meno congestionato e dipendente dalle fonti energetiche non rinnovabili" spiega Paolo Gurisatti, presidente di Habitech.

 E il Distretto Tecnologico Trentino per l'energia e l'ambiente -  una realtà di eccellenza, composta da oltre 300 fra imprese, enti di ricerca e agenzie pubbliche, per un totale di 8.000 addetti e un volume d'affari generato di circa un miliardo di euro – è fra i promotori di questa rete che si va tessendo in una delle aree più economicamente avanzate d'Italia.  Un impegno condiviso con gli enti locali, tant'è vero che a parlare degli strumenti e dei progetti delle istituzioni territoriali in materia di fonti rinnovabili ed efficienza energetica nel convegno di apertura della Settimana Europea al Vega Park di Mestre, che si terrà la mattina di venerdì 19 marzo, sarà Alberto Pacher, il Vicepresidente e Assessore ai lavori pubblici, ambiente e trasporti della Provincia Autonoma di Trento

Dopo il convegno inaugurale, GREENordEsT Week prevede poi una serie di iniziative sui territori, che comprendono visite della cittadinanza ad alcune eccellenze trivenete della green economy il 20 marzo, interventi nelle scuole, workshop territoriali su aspetti specifici a Belluno, Verona, Padova Rovigo dal 22 al 25 marzo ed un incontro conclusivo a Trento presso la rete televisiva RTTR venerdì 26 marzo, con la partecipazione del presidente della Provincia Autonoma di Trento, Lorenzo Dellai; del Presidente di Habitech - Distretto Tecnologico Trentino  Paolo Gurisatti; del Presidente del Consorzio Comuni Trentini Marino Simoni; e di Gianni Lazzari, Amministratore delegato di Habitech - Distretto Tecnologico Trentino. Tra i partecipanti anche il Presidente dell' Unione Nazionale Comuni e Comunità Montane Enrico Borghi. Tema del confronto televisivo sarà il ruolo del Trentino per lo sviluppo sostenibile. Nel corso della trasmissione verranno inoltre trasmesse alcune interviste e alcuni interventi tra quelli più significativi presentati durante gli eventi territoriali.

Fra le eccellenze che verranno raccontate nel corso degli eventi triveneti della Settimana Europea dell'Energia Sostenibile, il progetto barriera acustica fotovoltaica nei pressi di Marano (nel comune di Isera) e l'impegno nella diffusione dell'idrogeno dell'A22  - Austostrada del Brennero S.p.A.; l'impegno di Dolomiti Energia S.p.A., quinta multi utility nazionale, nella diffusione della produzione di rinnovabili e nel supporto al progetto  Crisalide che intende  realizzare una caldaia a cogenerazione basata su fuel cell (tecnologia della SOFCpower Srl di Mezzolombardo); il progetto "oil free zone" in Primiero, cioè una zona libera ed indipendente dall'utilizzo di olio combustibile, che vede come promotore  l'Azienda Consorziale Servizi Municipalizzati S.p.A.; l'esperienza di Bioenergia Fiemme  S.p.A., impegnata nell'uso delle biomasse forestali e nella co-generazione in montagna;  il teleriscaldamento a biomassa nella zona industriale di Pergine Valsugana grazie alla STET S.p.A ; il teleriscaldamento a Riva del Garda realizzato dall'Alto Garda Servizi S.p.A;  e, infine,  l'esperienza del Comune di Isera, che illumina di notte due frazioni montane utilizzando l'idrogeno da fonti rinnovabili.
 
La partecipazione a tutte le iniziative è libera e gratuita.

scarica l'invito

Scarica il file:
GreeNordEst.pdf

CONDIVIDI
Articolo precedenteEffetto Maddalena
Articolo successivoMaster in Architettura Virtuale