efficienza energetica – La nuova struttura svolge la funzione di centrale logistica distributiva a carattere nazionale e opera nel settore generi “non alimentari” servendo i canali di vendita degli Ipermercati e Supermercati.

Tecnopolis, società di servizi integrati di ingegneria e architettura, specializzata nei settori industria e logistica, ha assistito il CNNA nella formulazione del lay out più funzionale ed ha sviluppato la progettazione del complesso, in tutte le sue parti:
- progettazione architettonica;
- progettazione strutturale;
- progettazione impiantistica;
- emissione dei documenti di appalto;
- direzione dei Lavori generale, operativa, strutturale, impiantistica;
- coordinamento della sicurezza sia in fase di progettazione che in corso di esecuzione
- definizione planimetrica;
- percorsi, piazzali di carico e scarico, parcheggi;
- analisi e verifica dei regimi idraulici (delicatissimi in questa piana);
- valutazione degli impatti sonori.

Descrizione del progetto

Il complesso, concepito come una “macchina” dal volume imponente, è articolato in più parti:
- il grande magazzino dalla forma regolare e funzionale - la palazzina uffici nell'angolo sud del lotto
- il ponte di collegamento tra i due fabbricati, messo in evidenza dall'acceso colore rosso del rivestimento in lamiera ondulata
- la portineria nell'angolo ovest del lotto, posizionata all'ingresso dei mezzi pesanti, dal volume semplice che riassume alcuni elementi architettonici dei fabbricati principali.

Il magazzino è funzionalmente suddiviso in due parti, una per la zona “arrivi” e l'altra per la zona “partenze”, rispettivamente di 32.000 mq e 18.000 mq, con un numero complessivo di 72 bocche di carico e con un'altezza utile degli ambienti di 12 ml consente una capacità di stoccaggio di circa 600.000 mc.
I percorsi interni sono studiati in modo da ottimizzare gli spazi di distribuzione, mentre l'illuminazione naturale, prevalentemente zenitale, permette un comfort visivo ambientale notevole, agevolando così le operazioni di picking e stocking dalle scaffalature. Il riscaldamento dei magazzini, per garantire il necessario benessere agli addetti, è ottenuto con un sistema radiante a pavimento a bassa temperatura, che assicura una miglior uniformità, un alto rendimento climatico ambientale e un notevole risparmio energetico in termini di consumi.

La palazzina uffici si sviluppa attorno ad una corte centrale, sistemata a giardino ornamentale e completata da una vasca d'acqua triangolare. La forma regolare dell'atrio è caratterizzata dallo sviluppo in altezza del volume in modo tale che tutti i piani degli uffici soprastanti si affaccino sull'ingresso con percorsi a ballatoio. Gli uffici sono disimpegnati da corridoi centrali, che occasionalmente si allargano per individuare le zone dei servizi igienici, dei locali per fotocopiatrici e dei locali per la pausa-caffè e/o per i fumatori; tali zone sono per lo più collocate dove i blocchi uffici si intersecano e quindi è più complessa l'illuminazione naturale dei locali. L'interno degli uffici è stato progettato per offrire comfort e serenità. Le grandi vetrate permettono allo sguardo di abbandonarsi al verde panorama toscano. La parola chiave è la cura del dettaglio, dove il bianco fa da padrone seguito dai colori pastello sobri ed eleganti.

Il ponte di collegamento al fabbricato magazzino è sviluppato su due piani; realizzato in carpenteria metallica copre una luce di 11,50 metri. Le facciate esterne sono caratterizzate da grandi vetrate realizzate con un sistema a cellule sovrapposte, completate da frangisole a pale ellissoidali che proteggono gli ambienti dai raggi solari estivi, senza però occludere la visuale verso l'esterno. I tamponamenti esterni sono realizzati con pareti ventilate realizzate in piastrelle di gres porcellanato di grande dimensione esteticamente simili al marmo “Statuario venato”, con finitura bocciardata fino alla quota di 4,44 ml e naturale per la restante parte.
La vetrata dell'atrio principale è stata realizzata con un tamponamento in vetro inclinato, sostenuto da “rotulles” inserite in appositi fori nelle vetrate e a loro volta fissate ad una struttura tubolare in acciaio.

Bilancio energetico

Grande attenzione è stata riservata al tema della riduzione dei consumi energetici: sono stati applicati principi di eco-compatibilità, sia nella scelta dei materiali che nella interazione del nuovo insediamento con il territorio circostante. L'attenzione mirata alla riduzione dei consumi energetici e al rispetto dell'ambiente, ha guidato il progetto verso alcune scelte tecniche e impiantistiche che possono essere così sintetizzate:
- pannelli fotovoltaici integrati alla copertura del magazzino per un totale di 22.000 mq (potenza di picco di 2.941,50 KWp) e pannelli fotovoltaici montati su “vele” con inseguitore solare (con potenza di picco di 12,50 KWp) con conseguente risparmio di 730 TEP (tonnellate equivalenti di petrolio), riduzione di emissioni gas serra (CO2) in ragione di 1580 t/anno e di altri inquinanti provenienti da combustibili fossili per 2.100 kg/anno di anidride solforosa (SO2) e 1300kg/anno di Ossidi di Azoto (Nox);
- il complesso è stato realizzato (pur progettato nel 2007) con caratteristiche di coibenza termica estremamente elevate, rispondenti a requisiti di norma che diverranno obbligatori soltanto in anni a venire (2010); - l'acqua calda sanitaria per spogliatoi del personale e per la mensa aziendale è ottenuta con pannelli solari termici;
- il riscaldamento dei magazzini, per garantire il necessario benessere agli addetti, è ottenuto con un sistema a pannelli radianti a pavimento a bassa temperatura, assicurando in questo modo una miglior uniformità ed un alto rendimento climatico ambientale, con notevole risparmio energetico in termini di consumi (< 70W/mq);
- illuminazione di magazzino ed uffici con lampade fluorescenti corredate di reattori elettronici in classe A con comando delle accensioni parzializzate automaticamente in relazione all'apporto della luce solare esterna;
- riscaldamento e raffrescamento uffici a mezzo pannelli radianti a soffitto ad alto rendimento;
- vetrate uffici a bassa trasmittanza con frangisole esterno;

Impianto fotovoltaico

L'impianto fotovoltaico, firmato Mitsubishi Electric, posto sul coperto, che allo stato attuale risulta essere il più grande realizzato su copertura in Italia, è destinato a produrre energia elettrica in collegamento alla rete di distribuzione di media tensione in corrente alternata. Le dimensioni dell'impianto, che si sviluppa sull'intera superficie del coperto del magazzino, hanno consentito la posa in opera di circa 15.600 pannelli per una superficie complessiva pari a 20.840 mq, suddivisa in dieci moduli facenti capo ad altrettanti inverter posti anch'essi sul coperto. Nell'area esterna di pertinenza e prospiciente l'ingresso principale dell'attività (lato sud) è installato un impianto di produzione fotovoltaico ad “inseguimento solare” costituito da moduli ad alta efficienza posizionati su 5 totem portanti ancorati al terreno con potenza di picco complessiva pari a 12,5 KWp. I vantaggi dei sistemi fotovoltaici sono la modularità, la ridotta manutenzione e, soprattutto, un impatto ambientale estremamente basso. I benefici ambientali ottenibili sono proporzionali alla quantità di energia prodotta, che altrimenti sarebbe fornita da fonti convenzionali: per produrre 1 kWh bruciando combustibili fossili vengono immessi nell'aria mediamente 0,53 kg di anidride carbonica.

Lay out

Una piattaforma logistica è una macchina perfetta con funzioni di stoccaggio e ridistribuzione; per assolvere la sua funzione alla perfezione, però, la struttura che la ospita deve assicurare:
- l'ottimizzazione dei percorsi di movimentazione merci,
- possibili livelli di flessibilità sia nella gestione corrente sia in prospettiva di mutate esigenze che, notoriamente, possono variare molto rapidamente in funzione delle mutate strategie commerciali.
A tutto questo si è data risposta, pur nella difficoltà rappresentata dalla grande dimensione, grazie alla semplicità di un lay-out che consente di scaricare tutte le tipologie di merci nel punto più prossimo alla locazione di stoccaggio e attraverso la linearità dei percorsi delle merci nell'area di raggruppamento e spedizione.

Materiali

Grande attenzione è stata rivolta alla scelta dei materiali da costruzione: la maggior parte infatti è riciclabile, ad esempio la copertura interamente realizzata in alluminio. L'operazione di consolidamento dei terreni è stata realizzata con pali in ghiaia e con trattamento (a calce) di materiali in sito, quindi senza ricorso a materiali di cava o utilizzo di perforazioni profonde (pali) e conseguente disturbo delle falde; Le caratteristiche dei pannelli di tamponamento, dei coperti, delle facciate sono state attentamente studiate in funzione delle migliori caratteristiche di contenimento delle dispersioni termiche, ben oltre gli obblighi determinati dal rispetto del DL. 311/2006.


scheda progetto

Luogo: Prato

Committente: Coop Italia – Consorzio Nazionale Non Alimentari (C.N.N.A.)

Progettista: Tecnopolis Soc.Coop. – Polis Impianti Soc.Coop.

Superficie costruita mq: 100.000

CONDIVIDI
Articolo precedenteMaestrale Green Energy in Sicilia
Articolo successivoTrova “Unico”