nuova opera – Il padiglione Italiano all'Expo 2010 di Shanghai è costituito da una struttura di acciaio e legno sulla sono inserite delle fibre ottiche da 20 mm di diametro.

Il progetto prevede due elementi tra loro connessi: la Seed Cathedral o Cattedrale del seme, architettura dal forte valore iconico, e il processo di trattamento a più strati dei 6000 mq del sito. La Seed Cathedral si erge al centro del sito destinato al padiglione britannico, raggiunge un'altezza di 20 metri ed è formata da 60.000 asticelle a fibre ottiche trasparenti, ognuna delle quali raggiunge una lunghezza di 7,5 m e ospita, sulla punta, una o più semi.

Durante il giorno, le asticelle catturano la luce naturale che va quindi ad illuminare gli interni; la notte le fibre ottiche si illuminano facendo brillare la struttura nel buio. Le migliaia di "aculei" che rivestono la struttura vibrano al vento, mossi dolcemente come capelli, creando un effetto dinamico. All'interno, nel luogo più sacro e buio della Seed Cathedral, le estremità delle fibre ottiche formano una sorta di galassia sospesa, formata da sottili vetrinette con all'interno una vasta gamma di semi, forniti dal China Kunming Institute of Botany, partner del Kew Royal Botanic Gardens' Millenium Seed Bank Project. I visitatori potranno attraversare questo spazio tranquillo e che invita alla meditazione, circondati da decine di migliaia di punti luce che illuminano i semi.

Le fibre ottiche sono particolarmente  sensibili alle variazioni della luce naturale, sarà pertanto possibile percepire lo spostamento delle nuvole all'esterno tramite una fluttuazione della luminosità all'interno della cattedrale. Obiettivo dello studio di progettazione è quello di creare un'atmosfera che susciti un sentimento di rispetto e riverenza nei confronti della straordinaria collezione di risorse botaniche mondiali; nonché un momento di introspezione personale all'interno di un luogo straordinariamente silenzioso.

La Seed Cathedral ha una struttura in acciaio e legno sulla quale si inseriscono, su manicotti anch'essi d'acciaio, 60.000 fibre ottiche da 20 mm di diametro. La struttura in legno da 1 metro di spessore, che forma lo spazio in cui si muovono i visitatori, ha fori realizzati con la massima cura dal punto di vista geometrico per garantire il perfetto posizionamento dei manicotti in acciaio all'interno dei quali si inseriscono le fibre ottiche.


scheda progetto

apertura: 1° maggio 2010

superficie sito: 6000 mq

dimensioni della Seed Cathedral: 25x25x20 m

superficie utile della Seed Cathedral: 105 mq

fibre ottiche: 60.588

lunghezza delle fibre ottiche: 7,5 m

semi presenti nella Seed Cathedral: 217.300

area verde: 4490 mq

area parcheggio pubblico: 2405 mq

area ricettività: 1525 mq

area espositiva: 1280 mq

capo progettista: Heatherwick Studio

team di progetto: Thomas Heatherwick, Katerina Dionysopoulou, Robert Wilson, Peter Ayres, Stuart Wood, Ingrid Hu, Jaroslav Hulin, Chiara Ferrari e Ramona Becker

committente principale: Foreign & Commonwealth Office

responsabile di progetto: Mace Group

responsabile lavori strutturali: Adams Kara Taylor

tecnico ambientale: Atelier Ten

sicurezza antincendio e gestione dei rischi: Safe Consulting

architetto esecutivo: Architectural Design & Research Institute della Tongji University

architetti di supporto: RHWL

quantity surveyor: Davis Langdon & Seah

design dei percorsi espositivi: Troika

team di consulenza contenuti: Mark Jones, John Sorrell, David Adjaye

consulente contenuti: Philip Dodd

coordinatore contenuti: Adriana Paice

CONDIVIDI
Articolo precedenteLiving in Berlin
Articolo successivoI cantieri dei bambini