news – Lunedì 25 gennaio c.a. il LEED Steering Committee di USGBC ha formalmente approvato LEED Italia 2009 Nuove Costruzioni, l’adattamento italiano di LEED BD&C (Building Design & Construction) 2009 di USGBC.

Nel motivare l’approvazione, diversi componenti del LSC hanno ritenuto di aggiungere i loro complimenti a GBC Italia per il lavoro svolto.   
Si tratta di un gradito regalo di compleanno per GBC Italia, costituitosi due anni fa, il 28 gennaio 2008 su iniziativa del socio promotore Distretto Tecnologico Trentino (DTTN) e da altri 47 soci fondatori. Sono stati due anni di intenso e positivo lavoro. Seguendo il modello americano, fin dal marzo 2008 sono stati costituiti il Comitato LEED (affidato alla presidenza di Maurizio Ratti) e il Comitato Tecnico – Scientifico, guidato dal prof. Antonio Frattari dell’Università di Trento, che ha dedicato all’adattamento italiano di LEED un progetto speciale concordato con la Provincia Autonoma di Trento e DTTN. I gruppi di lavoro del Comitato LEED hanno poi rielaborato e riformulato i materiali aggiornandoli alla nuova versione di LEED NC pubblicata nel 2009. Andrea Fornasiero, della TIFS Ingegneria S.r.l. di Padova, ha  offerto il suo contributo prima come vicepresidente  e poi come presidente del Comitato LEED, contribuendo non solo al coordinamento dei lavori e al “controllo qualità”, ma soprattutto assumendosi in prima persona la responsabilità del confronto tecnico con USGBC e i suoi esperti.

La positiva valutazione di LSC è quindi il risultato di un lavoro continuativo in Italia e a livello internazionale.
Nel settembre 2008 a Melbourne, negli stessi giorni e nella stessa sede dove il WorldGBC decideva di ammettere come socio GBC Italia, si svolgeva un intenso workshop internazionale promosso da USGBC con altri GBC (Canada, Brasile, Emirati, India, Polonia, ecc.) dove avevamo l’opportunità di contribuire al dibattito internazionale e di mostrare il lavoro in corso di svolgimento.

Nei mesi successivi gli incontri  di lavoro con USGBC si sono susseguiti a ritmo regolare. A partire da settembre 2009 si sono intensificati con visite incrociate: delgazioni italiane a Washington, di USGBC in Italia.  Proprio a settembre dell’anno scorso infatti una delegazione di esperti LEED di USGBC, presieduta da Brendan Owens, esaminava a fondo con i componenti dei comitati LEED e Tecnico Scientifico tutti i capitoli di LEED, credito per credito.  Due mesi dopo a Phoenix, in occasione di Greenbuild, GBC Italia aveva il privilegio di comunicare in plenaria, di fronte a più di 20.000 professionisti, alla comunità LEED americana e internazionale  (70 paesi presenti) che LEED Italia era ormai nella dirittura di arrivo.
Subito dopo Phoenix veniva inviata a USGBC tutta la documentazione richiesta, in modo che i competenti organismi potessero prendere visione del lavoro svolto ed esprimere il loro parere.  Lunedì 11 gennaio la delegazione di GBC Italia presente a Washington presso USGBC  partecipava ai lavori e alla discussione del LEED Steering Committe, illustrando l’attività svolta e rispondendo alle prime domande di chiarimento. Il Leed Steering Committee si riuniva di nuovo ieri, lunedì 25 gennaio, ed esprimeva parere favorevole . E’ un riconoscimento di cui è giusto essere  orgogliosi: il GBC italiano è in questo momento il primo a raggiungere questo ambizioso obiettivo.

Parte adesso l’ultima fase di messa a punto, che si concluderà a Trento il 14 aprile p.v. con il lancio ufficiale di LEED Italia e la pubblicazione della relativa guida.
Questo significa che è adesso possibile attivare il processo di certificazione secondo LEED Italia.  Lo staff GBC Italia è a disposizione per manifestazioni di interesse; chi fosse interessato a registrare progetti con le caratteristiche corrispondenti a quelli di LEED 2009 Nuove Costruzioni può contattare i nostri uffici.

scarica comunicato stampa

Scarica il file:
Comunicato Stampa ICMQ.pdf

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl Teatro del Mondo
Articolo successivoL’ospedale del futuro