il volume pone le basi per un approccio al progetto di case a basso consumo che sappia fare tesoro degli avanzamenti della ricerca nel settore della conoscenza del comportamento fisico degli edifici, delle forzanti microclimatiche, delle opportunità offerte dal contesto (sole, geotermia, brezze, ecc

Titolo: Case a basso consumo energetico

SottoTitolo: Strategie progettuali per edifici a climatizzazione spontanea in Italia

Collana: Tecnologia e progetto

Pagine: 478

Autori: Sergio Croce, Tiziana Poli

Prezzo: Euro 45,00

Codice: 6588

L'emergenza energetica e la necessità di individuare sicure azioni di contenimento dei consumi richiede oggi un ribaltamento culturale che metta in primo piano, come nel passato, l'edificio e la sua architettura nella climatizzazione degli ambienti interni. Una climatizzazione, quindi, spontanea che riserva all'impianto di controllare per un limitato numero di giorni situazioni particolarmente critiche. Rispetto alle logiche conservative dell'esperienza delle case passive in Germania, basata su una gestione delle condizioni interne fondamentalmente impiantistica, va evidenziata la particolarità del clima italiano che introduce accanto alle problematiche invernali, quelle estive. A quest'ultimo riguardo un aspetto da considerare è il fatto che in Italia la sociologia dell'abitare nei periodo primaverile ed estivo apprezza maggiormente ambienti e, quindi, edifici che, per la loro configurazione tecnologica e architettonica, trovino nella loro reattività al clima esterno e nella ventilazione naturale le risorse di controllo delle condizioni ambientali. Ciò richiede una attenta analisi delle condizioni e opportunità del contesto microclimatico che non possono che generare modelli risolutivi non replicabili e generalizzabili come al contrario avviene nel caso tedesco. L'obiettivo di questo libro è quindi quello di porre le basi per un approccio al progetto di case a basso consumo che sappia fare tesoro degli avanzamenti della ricerca nel settore della conoscenza del comportamento fisico degli edifici, delle forzanti microclimatiche, delle opportunità offerte dal contesto (sole, geotermia, brezze, ecc.), delle vaste potenzialità che il mondo dei prodotti e componenti mette a disposizione oggi al progettista.

CONDIVIDI
Articolo precedenteKengo Kuma
Articolo successivoNuova edificazione