built – Harsco Infrastructure ha fornito per il cantiere della "Nuvola" ingenti quantitativi di attrezzature provvisionali, che sono risultati fondamentali per razionalizzare, ottimizzare e velocizzare le fasi di lavoro in cantiere.

I lavori  della "Nuvola" proseguono. L'ambizioso progetto, spettacolare  e futuristico, prevede la realizzazione di una "teca", un grande parallelepipedo in cristallo trasparente, che conterrà la sala Auditorium destinata a diventare il fulcro del Centro Congressi dell'Eur. La sala è racchiusa a sua volta da un involucro che richiama appunto la forma di una nuvola, ricoperto da una fibra di vetro e silicone, un materiale trasparente e traslucido. Accanto, sorgerà la cosiddetta "lama", un hotel collegato direttamente al Centro Congressi, chiamato così per la sua forma allungata e stretta (solo 14,68 m di larghezza), che si ergerà dai suoi 60 metri di altezza, ridisegnando lo skyline dell'Eur. 

Harsco Infrastructure ha fornito per questo cantiere ingenti quantitativi di attrezzature provvisionali, che sono risultati fondamentali per razionalizzare, ottimizzare e velocizzare le fasi di lavoro in cantiere, per alleggerire il più possibile l'impiego delle gru e per consentire, contemporaneamente, la coesistenza di più lavorazioni. In questo modo le gru presenti in cantiere possono essere utilizzate praticamente solo per i lavori di carpenteria metallica, mentre il getto del calcestruzzo può procedere in piena autonomia grazie all'utilizzo dei sistemi Harsco.    

L'Hotel, giunto a tre quarti dei diciassette piani previsti, oltre ai due interrati, si trova oggi ad uno stadio avanzato di lavorazione. Per accelerare i tempi, qui è stato utilizzato il sistema autosollevante SCF, azionato da un meccanismo di sollevamento idraulico, studiato su misura e calibrato sulla planimetria dell'edificio. Una volta irrigidita la parte centrale vuota che suddivide i due setti, si è preferito montare due soli binari con un'unica struttura, anziché utilizzare due casseri rampanti su quattro binari. Un accorgimento che consente di procedere con una sinergia perfetta tra i lavori di carpenteria e quelli di getto. A seguire si cominceranno ad applicare le facciate in vetro, mentre i principali lavori di finitura verranno effettuati dalla società che acquisterà l'albergo e che ne personalizzerà il layout interno. La sicurezza gioca in questo cantiere un ruolo fondamentale. Ed è anche per questo motivo che Harsco è risultata il partner ideale per l'attenzione e gli accorgimenti di sicurezza previsti e integrati in tutti i suoi sistemi e per la fornitura delle griglie Securivit per la protezione delle parti perimetrali.            
 
I numeri di Harsco per la Nuvola

6+6 scale Modex H 3.50m
2 scale a pioli per H 4,80m
2  scale a torre Modex H 8,00m
Dotazione cassaforma Rasto per elevazioni (ca. 1.100 mq)
5 tavoli BTM
7 dotazioni di mensole di ripresa KK 180
Dotazione del sistema autosollevante SCF
Dotazione di montanti e griglie Securivit per protezioni perimetrali

 

scheda azienda

Nome: Harsco Infrastructure Italia Spa

Indirizzo: Via Isonzo, 9

Città: Turate

Cap: 22078

Provincia: CO

Regione: Lombardia

Telefono: 02 969731

Fax: 02 96754099

e-mail: info@harsco-i.it

Web: www.harsco-i.it

CONDIVIDI
Articolo precedenteL’architettura italiana all’estero
Articolo successivocinquesecondi