K19, due interventi residenziali a Milano – Studio LPzR

Il giovane studio milanese LPzR ha interpretato il tema della nuova costruzione e quello della ristrutturazione, tra gli edifici storici di Milano.
LPzR k19 milano

Nei pressi di Porta Venezia a Milano, all’interno del complesso immobiliare chiamato un tempo “Quartiere Piave” i giovani architetti dello studio milanese LPzR hanno sviluppato due interventi residenziali diversi collocati proprio tra vecchi cortili, edifici storici, opifici recuperati e case di ringhiera. In un paesaggio urbano storico, i progettisti hanno interpretato sia il tema della ristrutturazione che quello della nuova costruzione.

K19A015

In particolare, l’intervento di ristrutturazione, chiamato K19A, è il risultato del recupero di un garage voltato a botte risalente agli anni ’50. Le volte a botte ristabilite, di altezze differenti, costituivano la copertura della precedente autorimessa e si susseguono all’interno di un edificio dal volume completamente nascosto dagli immobili circostanti. Rivestito in zinco titanio e forato per ricavare gli spazi esterni, la palazzina è percepibile solo dall’alto. La facciata esterna e le aree comuni sono rivestite con pietra piasentina del Friuli. All’interno, un complesso gioco di incastri crea appartamenti disposti su più livelli, caratterizzati da logge, patii o terrazzi. Lo stile dei locali interni è minimalista e introspettivo, con spazi molto luminosi grazie a grandi finestre zenitali.

K19A001

Un parcheggio sotterraneo connette l’edificio ristrutturato K19A all’immobile di nuova costruzione K19B, un edificio di sette piani che ha preso il posto di un’officina ormai dismessa. In questo caso, gli architetti hanno disegnato la sagoma dell’edificio attraverso addizioni e sottrazioni di volumi, evidenziando le parti con cromatismi contrastanti, grigio neutro, legno vivo e bianco candido. Gli schemi delle facciate sono modulari ma non regolari, composti da elementi geometrici astratti. La pietra piasentina riveste anche questo edificio con toni di grigio caldo. Entrambi gli edifici milanesi progettati da LPzR utilizzano energie rinnovabili, come la geotermia, e sono progettati con attenzione all’efficienza energetica. Sono infatti Near Zero Energy Building, edifici a energia quasi zero.

K19B004

There is one comment

Pubblica i tuoi commenti