mostra – Dal 20 ottobre 2010 al 13 marzo 2011, in Canada, si terrà la mostra che esamina come, in un mondo sempre più in movimento, le migrazioni trasformano l'ambiente fisico.

La mostra, curata da Giovanna Borasi, esamina come, in un mondo sempre più in movimento, le migrazioni trasformano l'ambiente fisico. Nel prossimo futuro si prevede che le migrazioni coinvolgeranno bilioni di persone. Guerre, povertà, conflitti, disastri naturali o, più semplicemente, il disiderio di condizioni di vita e di lavoro migliori continueranno ad alimentare flussi di persone, cose e animali con un inevitabile impatto sull'ambiente costruito. Analizzando come movimento e spostamento influenzano l'evoluzione dello spazio, la mostra affronta il tema delle migrazioni da un nuovo punto di vista: non più la dimensione sociale o antropologica delle immigrazioni, ma le trasformazioni fisiche che le stesse generano. L'esposizione è costruita attorno a 15 argomenti raccontati come 15 storie, ognuna rappresentante un tempo e un luogo specifici, ma in grado di esprimere concetti più allargati: Classification, Wayfinding, Definition, Cycle, Interpretation, Experimentation, Compromise, Configuration, Inheritance, Typology, Opportunity, Negotiation, Expertise, Value e Drift.

Appuntamento
Journeys: How travelling fruit, ideas and buildings rearrange our environment

20-10-2010 - 13-03-2011
Canadian Centre for Architecture
1920, rue Baile
Tel. 001 514 9397020
info@cca.qc.ca
www.cca.qc.ca

CONDIVIDI
Articolo precedenteiD4A
Articolo successivoPratic conferma la propria leadership