Architettura sostenibile tra tradizione ed innovazione con un testimonial d'eccezione.

In occasione di Saie 2009 Mitsubishi Electric in collaborazione con Cariboni Group e Reverberi Enetec presenta la Yurta Fotovoltaica, nell'ambito del progetto di Syusy Blady "Nomadizziamoci", architettura sostenibile tra tradizione ed innovazione.
La Yurta, la più antica casa ecologica trasportabile al mondo della popolazione nomade della Mongolia, rappresenta il simbolo dell'ecocompatibilità. Si tratta, infatti, della prima casa mobile veramente ecosostenibile grazie ad una struttura completamente in legno e feltri, facile da montare senza l'uso di picchetti o chiodi, che risulta essere un'abitazione trasportabile e utilizzabile in ogni posto del mondo.


Syusy Blady ha portato in Italia la Yurta dopo un lungo viaggio in Mongolia per mostrare e descrivere un'esperienza utile al vivere contemporaneo con le sue peculiari caratteristiche di temporaneità, leggerezza, adattamento e trasportabilità.
Grazie alla partnership con Mitsubishi Electric la tradizionale Yurta di Syusy ha potuto compiere un passo tecnologico per diventare un esempio del nostro futuro abitare. La collaborazione con altre due aziende, Cariboni Group e Reverberi Enetec, ha permesso di realizzare un "carretto del sole" in grado di alimentare e rendere autosufficiente a livello energetico la Yurta.


Il Carretto del Sole nasce proprio dall'esigenza di integrare nella "nomadizzazione" sostenibile della Yurta, anche la fornitura di energia elettrica per le normali esigenze quali l'illuminazione e l'accensione per breve tempo di apparecchi elettrici/elettronici di comune reperibilità (radio, telefono cellulare, personal computer, etc).

Grazie ad un sistema molto compatto composto da una centralina di 3kg e una batteria da 100Ah, forniti da Reverberi Enetec, e da un modulo fotovoltaico Mitsubishi Electric di ultima generazione la Yurta può essere energeticamente autonoma.
Il modulo fotovoltaico mod. PV-MF130TE4N a firma Mitsubishi Electric, composto da 36 celle con una potenza nominale pari a 130W e un'efficienza di conversione del 12,9%, garantisce l'illuminazione della yurta per circa 8 ore consecutive.
L'illuminazione a LED da 9W ognuno, fornita da Cariboni Group, inoltre, consente un basso consumo energetico per garantire più ore di luce.


La Yurta di Syusy Blady: un esempio di architettura sostenibile per la diffusione di una cultura di eco-compatibilità legata a tematiche etiche e sociali.


Scarica il file

Scarica il file:
Scheda tecnica Mitsubishi Electric.pdf

Scarica il file

Scarica il file:
Scheda tecnica Reverberi

Scarica il file

Scarica il file:
Scheda tecnica Cariboni.pdf

Scarica il file

Scarica il file:
Caratteristiche del Carretto del Sole.pdf

CONDIVIDI
Articolo precedenteSAIEtoday
Articolo successivoBTicino sul tetto del mondo