“Le mille storie del design” è il titolo del Festival del Design in Brianza, presentato alla stampa dal Presidente del CLAC Silvio Santambrogio.
Un’operazione impegantiva che intende raggruppare tutte le forze del territorio, politiche ed imprenditoriali, con l’obiettivo di rilanciare l’immagine della Brianza e delle sue produzioni design driven come descrive lo stesso Santambrogio: “…Tutti insieme per mettere in mostra gli arredi, i tessuti, la meccanica, tutte quelle piccole e grandi eccellenze, artigiane ed industriali, che qui nascono e poi spiccano il volo verso tutti i mercati internazionali”.
Il Festival del Design® in Brianza intende dunque essere il racconto delle eccellenze di un territorio come la Brianza, conosciuto nel mondo attraverso le produzioni delle proprie aziende. Un ricco programma di eventi, presentazioni e convegni (scaricabile quì accanto) racconterà le mille storie che fanno della Brianza la culla del design a livello nazionale ed internazionale.
Aldo Colonnetti, Direttore dell’Istituto Europeo di Design e Curatore Scientifico del Festival del Design® in Brianza, interviene così per descrivere il programma della manifestazione: “Volevamo che questo Festival del Design® Brianza non fosse il solito festival. Volevamo che i protagonisti fossero gli abitanti, le imprese, gli artigiani di questo straordinario territorio, raccontati e rappresentati attraverso testimonianze, internazionali, nell’ambito dell’economia, della finanza, delle istituzioni, della cultura e dei progettisti, vecchie e nuove generazioni. La Brianza non è solo un luogo, è un grande laboratorio unico al mondo, dove reti lunghe arrivano da tutto il mondo per incontrare saperi progettuali, capaci di dare forma concreta a qualsiasi idea in grado di rinnovare un prodotto, una funzione, un sistema. È necessario riconoscere l’autenticità dei territori, per evitare di cadere in una visione, genericamente internazionale, dove le qualità delle persone, i valori e le tradizioni del luogo non sono tenute nella considerazione necessaria per guardare avanti con determinazione ed ottimismo. Volevamo un Festival i cui protagonisti abitano questo territorio da anni, anzi le cui radici sono secolari, senza perdere mai di vista di saper fare bene il proprio mestiere…”.
 Cantù, Como e Monza torneraano protagonisti dal 15 Ottobre al 13 Novembre 2010 nella speranza di poter proseguire nel tempo l’iniziativa per accompagnare la ripresa dell’intero territorio e delle sua imprese.