architetture in dettaglio – Nuovo Centro Direzionale per le attività dell'Interporto di Trento.

Si affaccia sull'autostrada A22, il Nuovo Centro Direzionale che accoglie le attività amministrative e di pubblico servizio per il funzionamento dell'Interporto di Trento.
Il fronte principale curvilineo rompe, pur raccordandola, la linearità dei due blocchi adiacenti: un muro di vetro che permette all'occhio di penetrare il volume e diffonde di notte la luce interna. Tra doppie pareti vetrate si apre la hall, su cui gravitano tutti i percorsi. Dentro il volume trasparente si distingue la forma della sala conferenze da 281 posti, una massa sospesa, internamente rivestita in pannelli di betulla.
La forma dei volumi centrali ha imposto l'utilizzo di elementi strutturali in acciaio garantendo l'antisismicità dell'edificio; i due blocchi ufficio sono in cemento armato.
Le vetrate sono in alluminio a taglio termico e pannelli vetrati a doppia camera con gas Argon, mentre la facciata principale si presenta defilata rispetto all'incidenza dei raggi solari, ottenendo un ambiente luminoso ma con ridotto "fattore solare" che garantisce confort e ridotto utilizzo di energia per la climatizzazione.
Le pareti esterne dell'edificio sono di tipo ventilato con spessore di 50 cm.
La copertura a verde della hall ne permette l'utilizzo come giardino: l'acqua piovana, assieme a quella proveniente dai piazzali, viene riutilizzata per l'irrigazione. Tali soluzioni unite ad altre attenzioni permetteranno una classificazione in classe energetica "A" per i corpi adibiti ad uffici e "B+" per la hall. In copertura del corpo B sono installati pannelli fotovoltaici, che producono energia elettrica pari a 20 kw per l'alimentazione degli uffici Interbrennero S.p.A., quella in eccedenza viene re-immessa in rete.
Tutti i materiali di finitura sono volutamente poco sofisticati e limitati a poche tipologie: lastre in fibra di cemento colorato in pasta per l'esterno e per varie parti interne, pannelli in fibra di legno per i controsoffitti e pavimentazioni in pietra ricostruita nelle parti comuni, vetro e acciaio.




dettaglio 1

Scarica il file:
sezione 1

dettaglio 2

Scarica il file:
sezione 2

dettaglio 3

Scarica il file:
passerelle aeree

scheda progetto

Luogo: Trento

Progettista: Studio di Architettura Facchini

CONDIVIDI
Articolo precedenteSun T&T
Articolo successivo24a Edizione di Abitare il Tempo