>>home>>>>progettisti>campania>
PICA CIAMARRA ASSOCIATI  

Pica Ciamarra Associati
Posillipo 176/10
80123 Napoli
tel 081
5758053 - fax 081 2403719
www.pcaint.eu
office@pcaint.eu

Studio di architettura basato su forti interazioni multidisciplinari.
Fra
le realizzazioni, da sempre caratterizzate da ricerca eco-ambientale e spiccata
attenzione alle radici paesaggistiche e di contesto, meritano particolare
attenzione: Parco dello Sport (in costruzione) e Città della Scienza a
Bagnoli/Napoli (Trophées Sommet de la Terre et Batiment 2003; premio Dedalo
Minosse 2004; Premio Europeo Museo dell'anno 2005; Triennale di Milano: Medaglia
d'Oro all'Architettura Italiana, finalista); Facoltà di Medicina e Chirurgia a
Caserta; Biblioteca Forteguerriana a Pistoia; Centro Commerciale S.Paolo a
Fuorigrotta; uffici Teuco-Guzzini a Recanati (1998, premio Architettura
Tecnologia Ambiente). Precedenti: coppia di grattacieli nel Centro Direzionale
di Napoli, Biblioteca dell'Università di Salerno; Dipartimenti di Farmacia
dell'Università di Messina (Medaglia d'oro dell'Università di Messina).
Dopo
le Officine Angus, premio IN/Arch-Campania 1969, e la Casa a Posillipo (1967),
l'Unità polifunzionale di Arcavacata dell'Università della Calabria (1972)
assume risonanza internazionale, inserita da Schimmerling e Tzonis fra le opere
che mostrano l'evolversi delle tesi del Team X (L'héritage des CIAM 1958-1988 -
CCI Centre G.Pompidou)  alle quali si avvicinano grazie a "le carrè bleu,
feuille internationale d'architecture" mediante progetti di concorso fra cui "Un
seme per la metropoli" - Bologna; "Kronos" - 1°premio per la sede delle Facoltà
di Scienze e Farmacia dell'Università di Messina.
L'impegno su tematiche
eco-ambientali porta a realizzare la sede dell'Istituto Motori CNR a Napoli
(1988, finalist International Award for Innovative Technology in Architecture -
Sydney) con la Piazza antistante (1990, premio Aragonese) - per cui fra i 4
architetti europei di Ecoville-Europe (Ministère de l'Equipement / Ministère de
l'Environnement - Secrétariat du Plan Urbain - Paris).  Invitati a concorsi
internazionali (Università di Lattakya - Siria; Yarmouk University - Giordania;
spazi centrali di Melun Sénart - Francia; Regierungsviertel Am Alten Steiger in
Erfurt - Germania; Aménagement des bords de Seine a Issy-les-Molineaux -
Francia; Pôle musical et festif a Grenoble - Francia; Ponte Parodi a Genova;
Facultade de Ciencias da Salude a Covilha - Portogallo, TH Competition a Beijing
- Cina; Kingh Khalid University - Saudi Arabia; Muelle n°2 a Malaga - Spagna,
Museo dell'Industria e del Lavoro a Brescia, Porte de Hollerich a Luxembourg,
ecc.); nel '93 - con il video I frattali e l'integrone - al confronto
internazionale per La Città del XXI secolo e la Carta dell'Urbanistica; in
Francia all' Appel à Idées: La qualité dans la Ville. 
Le opere sono
pubblicate in diverse monografie: Pica Ciamarra Associati, Fragments, l'Arca
edizioni 2003 - collana i Talenti; Città della Scienza and other works - Pica
Ciamarra Associati di M.Pisani + 2 DVD di M.Vergiani - Liguori 2002; C.Di
Stefano:  Pica Ciamarra Associati  -  Dal labirinto del gioco al
gioco del labirinto, Diagonale, 2000); Pica Ciamarra Associati - Architettura e
Progetti - catalogo (saggi di Zevi, Klaus Köenig, De Carlo, Schimmerling,
Nicoletti, Locci, Scaglione), De Luca Mondadori edit.1988; P.Scaglione,
Architettura per i luoghi - Pica Ciamarra Associati, Kappa 1985; F.Mangone 
Pica Ciamarra Associati: materiali per l'immateriale, su Edilizia Popolare -
1997; Pica Ciamarra Associati - Capziosi / Captanti, a cura di M.Chiesti, Lybria
1994; Pica Ciamarra Associati - Reggio Emilia / Vicenza / Melun Sénart, a cura
di Di Chio e Borrelli, Clean 1988.
Le Carré Bleu, revue internationale
d'architecture - Paris, dedica il n°3/4 1992 - Architecture sur la place /
Immateriel sur la place - alle opere dei Pica Ciamarra Associati cui si
riferiscono anche Integration/Complexity, intervista di Michelangelo Russo per
Perspecta, JAS Yale University USA; Recherche 1991 (Ministère de l'Equipement du
Logement des Transports et de l'Espace) in cui Pierre Lefévre intervista alcuni
architetti europei sul significato dello spazio urbano; Pica Ciamarra
intervistato da Jamal Shafiq Ilayan, www.archimagazine.it;  e da Luigi
Prestinenza Puglisi - www.channelbeta.it. Le opere appaiono anche
nelle principali riviste nazionali ed internazionali e volumi fra i quali:
Linguaggi dell'Architettura contemporanea di B.Zevi, Etas 1998; European Masters
- Urban Architecture - Arco, Barcelona 1996; Architects of Europe - The Images
Publishing Group, Mulgrave, Victoria - Australia 1995; 100 Italian Architects -
China Architecture & Buildind Presse - Beijing / Diagonale 2001; Piazze e
spazi urbani - Over, Milano 1991; Quaternario '88 - Sydney 1988; Architecture of
Tall Buildings - Council on Tall Building and Urban Habitat - USA '95; nel
CD-ROM Architecture and Energy, European Commission - ISES, ENEA, Universidad de
Sevilla 1997; nei video: Tamoé (2°p. Biennale mondiale dell'Architettura - UIA);
A square, what is it?; Il motore e l'Immobile; Napoli e il mare; I frattali e
l'integrone; ecc.
La mostra Pica Ciamarra Associati - Architettura per i
luoghi, con sostegno del Ministero AA.EE. è a Roma, Parigi, Dublino, Bruges, Rio
de Janeiro, Curitiba, San Paolo, Brasilia e, nell'ambito del premio Tercas, a
Lanciano. Quindi mostre a Parigi, Vienna e Barcelona '92 - Olimpiàda Cultural.
La Piazza di Fuorigrotta è fra Le architetture dello spazio pubblico alla
Triennale di Milano, nel '98 nella mostra Barocco e Mediterraneo alla Certosa di
Padula organizzata dal Ministero BBAACC, - insieme al progetto per la città
della Musica a Cordoglio - in European Biennal on Landscape a Barcellona. Nel
2000 a Siviglia, mostra Pica Ciamarra Associati - Ecologia e Architettura. Nel
2002 al SAIE - Bologna, mostra Costruire sostenibile. L'Europa. Nel 2004 Milano
e Singapore, nel 2005 Guang Zhou (Cina) Academy of Design e Bombay (India)
Facoltà di Architettura, Medaglia d'Oro all'Architettura Italiana. Dal 2002,
Tokyo, Kobe, Caracas, Kuala Lumpur, Oslo, Reykjavic, Bruxelles, Istanbul -
Mostra dei Maestri dell'Architettura italiana: dal Futurismo al futuro
possibile. Nel 2006 al Museo dell'Arte della città di Nanchino in TRADITION AND
MODERNITY - the italian experience in urban and architectural
rehabilitation.
Nel 2007 vince il concorso per Salerno - Porta Ovest

CONDIVIDI
Articolo precedenteStahlbau Pichler
Articolo successivoMASSIMILIANO FUKSAS ARCHITETTO