Profilati

Con l'acciaio si possono produrre diverse tipologie di profilati:

Profilati di acciaio laminati a caldo:
hanno un impiego marginale favorito dal basso costo, in quanto l'introduzione di serramenti d'acciaio piegati a freddo, che garantiscono migliori prestazioni, hanno soppiantato tale prodotto. L'attuale produzione è a carattere artigianale e impiegati in casi in cui non risultano necessarie elevate prestazioni.
L'utilizzo dei profilati a caldo per la realizzazione dei serramenti ha portato alla produzione di barre con sezioni a L, Z ed a T, con le quali è possibile realizzare i diversi tipi di serramenti.

 
Profilati di acciaio piegati a freddo:
si utilizza una lamiera di acciaio di spessore pari a 1/10, protetta dalla corrosione mediante un rivestimento di zinco. Viene piegata a freddo fino a che non raggiunge la sagoma desiderata, evitando tensioni eccessive in grado di causare screpolature sullo strato protettivo. I profili sono assemblati meccanicamente con squadrette in acciaio zincato e viti, in quanto la saldatura può pregiudicare la resistenza asportando il rivestimento di zinco.
I tubolari zincati, entrati in produzione dalla metà degli anni Cinquanta, sono realizzati piegando a freddo nastri o lamiere d'acciaio di 0,8-1,5 mm, si ottengono così profilati leggeri e di varie forme con battute e tenuta all'acqua. I profili tubolari realizzati con la formatura a rullo sono generalmente chiusi con una saldatura lungo la linea di giunzione e la  successiva vernice di finitura viene applicata sui telai finiti per coprire le irregolarità generate dalle saldature.
 
Tubolari preverniciati:
introdotti all'inizio degli anni Settanta, consentono di produrre in serie profilati con un numero maggiore di diverse sezioni che si uniscono in modo da realizzare sistemi analoghi a quelli prodotti con gli estrusi d'alluminio, inoltre, l'impiego del nastro preverniciato ha consentito un rinnovamento tecnologico nel ciclo di produzione. I profilati escono dalla formatura protetti da una pellicola che serve a evitare danneggiamenti alla finitura.

CONDIVIDI
Articolo precedenteProfili
Articolo successivoLucernari continui