Punto di consegna e gruppi di misura

Autore testo: Manuela Ena

Se si escludono le forniture in AT e MT i gruppi di misura sono principalmente di due tipi:

Gruppo di misura monofase
Usato per le piccole utenze è composto da:
un contatore ed un interruttore automatico con funzione di limitatore;
il limitatore impedisce un prelievo di potenza superiore alla massima stabilita', al momento della stesura del contratto con l'ente fornitore; poiché è tarato in corrente limita, e quindi la potenza apparente, cioè i voltampere, senza alcun riferimento al fattore di potenza, è interesse dell'utente rifasare l'impianto per poter usufruire dell'intera potenza contrattuale.

Gruppo di misura trifase
Il gruppo di misura trifase (due possibili soluzioni), è composto da:
tre contatori monofase, un contatore trifase di potenza attiva, da un contatore trifase di potenza reattiva e da un indicatore di massima potenza prelevata, per valutare il fattore di potenza medio si confronta il consumo in kWh segnato dal contatore di energia attiva con il consumo in kVARh segnato dal contatore di energia reattiva; per avere un fattore di potenza non inferiore al cos j contrattuale ed essere quindi esente da penali occorre che:
l'indicatore di massima potenza non entri in funzione istantaneamente ma solo quando si preleva potenza per un tempo significativo; quando l'addetto alla lettura rileva che è stata superata la potenza contrattuale azzera l'indice dello strumento.
Il gruppo di misura è di proprietà dell'ente fornitore di energia, essendo l'ultimo componente dell'impianto di distribuzione urbana; dai suoi morsetti ha inizio l'impianto utilizzatore.
 
Bibliografia:
G. Bellato, Impianti elettrici negli edifici civili, Consted S.r.l. Edizioni Tecniche, Milano, 1993.
V. Gieri, Organizzazione e costruzione, Il sole 24 ore S.p.a. Pirola, Milano, 1999.
V. Carrescia, Fondamenti di sicurezza elettrica, Hoepli, 1984.