Ristrutturazione della Banca di Credito Cooperativo di Bientina  
Progettista: Andrea Mannocci
Collaboratori: Alessandro Busdraghi, Leonardo Fatticioni, Claudia Giannoni
Strutture: Loriano Cecconi
Committente: B.C.C. di Bientina
Datazione progetto: 1998 - 1999
Datazione realizzazione: 1999 - 2001
Fotografie: Francesca e Sergio Baggiani
Area: 1200 mq.
Superficie facciata: 132.00 mq.
Imprese esecutrici:
Fossetti Costruzioni s.r.l., Bientina
Sbrana serramenti, Pisa
Rober Glass, Pisa
Ideal Metal, Pisa
Bi.Di.Gi. Elettrotecnica s.n.c. Bientina

L'edificio si arretra rispetto alla strada creando un confortevole spazio pubblico che invita ad uscire dal caos della strada antistante per entrare nello spazio accogliente che precede l'ingresso. Si tratta di un micro ambiente urbano valorizzato dalla presenza delle sculture che da sempre portano con se l'idea della piazza.
L'edificio è una preesistenza su cui è stata posta una nuova facciata, un diaframma che però reinterpreta completamente l'edificio. La precedente divisione della facciata è stata riconsiderata, inserendo un disegno unitario che lega le varie parti in un tutto unico: da leggersi in questo senso è il segno curvo che delimita la vetrata preesistente che da luce all'interno; un segno semplice e deciso che viene reiterato anche nell'uscita.
Tema fondamentale del progetto è il rapporto con la strada, un arteria caotica e trafficata che si illumina con le strisce luminose dei fari delle auto, lunghe righe evanescenti di cui si trova il segno in facciata nei lunghi tagli luminosi che la segnano in orizzontale.
L'edificio ha in un certo senso una doppia vita; chiuso e monolitico di giorno, si apre la notte verso l'esterno illuminando la piccola piazza e suggerendo l'idea di un microcosmo che ancora vive nella struttura, un attività che continua e che infatti offre ai clienti servizi notturni come il bancomat e la cassa continua. Caratterizzato di giorno dal colore marrone dell'acciaio cortain, caldo, che diventa quasi dorato al crepuscolo, l'edificio cambia aspetto di notte quando dominano il colore freddo dell'acciaio inox e del vetro che segna la sommità in una conclusione evanescente verso il cielo.

Prospetto Pianta secondo piano Pianta primo piano Pianta piano terra Planimetria generale
Particolare pensilina Facciata Facciata

CONDIVIDI
Articolo precedenteMarks & Spencer PLC
Articolo successivoBenetton Factory