Sistemi di controllo per la copertura

I componenti di passaggio zenitali sono collocati in partizioni orizzontali della copertura o intermedie di un edificio permettendo il passaggio zenitale della luce naturale verso l'ambiente situato ad una quota inferiore. La luce incidente su una superficie orizzontale è tre volte superiore rispetto a quella incidente su una superficie verticale, quindi occorre utilizzare dei sistemi di captazione che autoregolano il flusso luminoso consentendo contemporaneamente una buona penetrazione solare diretta in inverno e facilitando la schermatura del sole in estate. I dispositivi zenitali d'illuminazione permettono una migliore uniformità luminosa interna ma non possono essere utilizzati in maniera proficua in edifici con più piani. I sistemi per la captazione e il trasporto della luce naturale zenitale possono essere divisi in due categorie: sistemi fissi e sistemi mobili (o attivi) .

I sistemi fissi
I sistemi fissi sono privi di parti mobili e conseguentemente privi di elementi meccanici o elettronici risultando di più semplice ed economica realizzazione. Questi differiscono fra loro per la forma del captatore, che può essere di tipo direzionato, ovvero avente una conformazione tale da ottimizzare l'ingresso della componente di luce diretta in un determinato periodo della giornata, in condizioni di cielo sereno; oppure configurato anche per ricevere la componente di luce diffusa del cielo. L'efficienza dei sistemi fissi dipende oltre che dalla geometria del captatore che deve tenere conto del compromesso fra la possibilità di avere la massima quantità di luce all'interno dell'ambiente in un dato istante e la necessità di avere adeguati livelli di luce lungo tutto il corso dell'anno, anche dall'opportunità di impiegare dei materiali speciali sia come rivestimento dell'unità captatore che del condotto. Lucernari, cupolini e shed permettono il passaggio di luce diffusa, impediscono quello della radiazione solare diretta o la ridirezionano diffondendola verso l'interno; se sono apribili consentono la ventilazione naturale dell'ambiente impedendo la vista verso l'esterno. La realizzazione di più lucernari paralleli realizza un campo con condizioni luminose abbastanza omogenee. Un elemento che ne caratterizza il funzionamento è la superficie interna opaca e la sua giusta inclinazione. Il lucernario orizzontale, con apertura situata a raso della falda della copertura (inclinata o piana), permette il passaggio zenitale della luce naturale aumentando il livello luminoso degli spazi sottostanti.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteVetri
Articolo successivoSistemi per il controllo dell’illuminazione