video – Un’azienda dalla dimensione e dall’appeal internazionale ma con forti radici nel proprio territorio, che ha saputo innovare e rinnovarsi di continuo conservando i propri valori e le proprie tradizioni: abbiamo potuto visitare lo stabilimento produttivo Poliform di Inverigo.

Poliform è oggi una realtà industriale tra le più significative del settore dell'arredamento internazionale.
L'azienda ha fatto della continua ricerca della qualità la propria missione, rinnovando le proprie proposte per interpretare sempre al meglio gli stili di vita e i trend più contemporanei. Proprio questi due aspetti si percepiscono in maniera evidente in ogni fase del processo produttivo che abbiamo avuto occasione di seguire all'interno dello stabilimento di Inverigo nel quale vengono prodotti tutti i sistemi e gli elementi della zona notte.
Sin dall'approvvigionamento delle materie prime si avverte la grande attenzione di Poliform nel selezionare i migliori materiali per realizzare le proprie proposte sia dal punto di vista estetico sia per le loro caratteristiche di affidabilità e durata nel tempoverificate in corrispondenza alla normativa europea.
Gli investimenti in ricerca tecnologica hanno permesso infatti di sviluppare materiali innovativi come i finti legni o i laccati molto materici che consentono di contenere i prezzi in un momento nei quali questo aspetto può risultare importante per una fascia di clientela. La filosofia produttiva e l'esperienza maturata nel tempo dall'azienda hanno consentito di mettere a punto un sistema produttivo perfettamente integrato che sfrutta al massimo le possibilità dell'industrializzazione per garantire la più alta qualità del prodotto finito. Durante tutti gli step del processo produttivo che si snoda all'interno dello stabilimento, razionalità di operatori e macchine, ordine e pulizia caratterizzano gli spazi operativi trasmettendo una sensazione di ricerca della qualità e dell'eccellenza in tutti i processi.
Nel magazzino materia prima i pannelli in truciolare nobilitato di pioppo che arrivano da fornitori internazionali vengono accatastati in base alle differenti misure in attesa delle prime lavorazioni meccaniche. La squadratura è il primo processo al quale viene sottoposto il pannello perché consente di ottenere i lati perfettamente paralleli e di portare a misura il pannello eliminando il materiale in eccedenza. Il pannello squadrato viene poi avviato alla bordatura; transita su un nastro automatico e gli viene applicato il bordo (solitamente in materiale melamminico) su due lati paralleli tramite incollaggio. Al termine della linea il pannello viene girato automaticamente di 90° per procedere alla bordatura sugli altri due lati.
Un pantografo consente di realizzare fresature speciali su disegno e in particolare di realizzare tutte le lavorazioni relative all'inserimento delle maniglie integrate nell'anta. All'innovazione tecnologica si affianca una ricerca stilistica continua, sempre mirata a interpretare al meglio i trend più contemporanei dell'abitare e a fornire la massima libertà di accostamento fra le diverse proposte. Ecco allora che oltre allo studio sui materiali, all'ingegnerizzazione di prodotti, all'evoluzione dei programmi produttivi, grande importanza riveste la capacità di conferire al prodotto/complemento finito un'appeal estetico di eleganza, raffinatezza, originalità. In quest'ottica grande importanza riveste lo studio dei colori. In molti sistemi Poliform le tonalità neutre si associano alle essenze dal disegno più strutturato per formare contrasti cromatici eleganti. Il bianco per i laccati e il noce canaletto per i legni ad esempio costituiscono ancora un binomio di sicuro interesse e rappresentano una buona fetta della produzione di questi anni. Le tonalità più usate finiscono per condizionare il processo produttivo perché incidono notevolmente sui cicli di verniciatura che possono essere manuali o automatizzati in base appunto alle quantità di colore da utilizzare.
I sistemi componibili che abbiamo visto costruire con grande attenzione ad ogni singolo dettaglio, sono il risultato di una continua ricerca tecnologica e tipologica finalizzate a proporre soluzioni in grado di cambiare liberamente, arricchirsi e implementarsi ma conservando sempre la propria collaudata affidabilità.
Soluzioni progettuali e di design vengono studiate e sviluppate a lungo per poi tradursi in una qualità spesso invisibile nelle proposte “di serie”. Il su misura viene gestito con grande attenzione soprattutto per i sistemi più complessi anche se la tendenza da parte dell'azienda è di ridurlo il più possibile (attualmente rappresenta il 20% circa di tutta la produzione). La foratura standard dei pannelli avviene tramite sequenza programmata attraverso una macchina automatica. La fase di premontaggio consente di verificare l'esatta composizione del sistema, l'effettiva corrispondenza delle componenti e di inserire le parti metalliche che possono già essere assemblate.
Un layout produttivo chiaro e flessibile che si perfeziona di volta in volta in base alle esigenze del periodo e alla messa in produzione di nuovi elementi associato alla grande esperienza dell'azienda hanno portato Poliform ad avere una capacità di produzione media di 350 armadi a settimana.
La responsabilità sociale è un concetto fondamentale nella filosofia imprenditoriale di Poliform e si traduce in un'assunzione di responsabilità che va oltre gli aspetti economici e legali e si fonda sul dialogo che l'azienda ha instaurato con i diversi interlocutori all'interno della propria comunità di riferimento, impegnandosi a capirne le esigenze e creando programmi sociali. L'azienda porta avanti da anni una politica molto approfondita legata all'ambiente e ad una produzione sostenibile di prodotti e sistemi eco-compatibili, adottando, nel corso degli anni, un approccio progettuale che fonde innovazione tecnologica e attenzione alle risorse.
Proprio in questo senso tutti i prodotti Poliform sono composti da pannelli di particelle di legno di classe epf-s e0.5, ossia con minimo contenuto ed emissione di formaldeide; nella fase di verniciatura l'azienda utilizza unicamente vernici prive di metalli pesanti e senza contenuto di solventi classificati in Classe I e II secondo DPR 203/88.
Grande attenzione anche al reperimento della materia prima: non vengono utilizzati legni provenienti da foreste esotiche protette. Anche gli imballi sono realizzati senza l'utilizzo di colle in modo da facilitare la separazione, il recupero e il riciclaggio del materiale. A livello produttivo inoltre, Poliform ha ricevuto dagli enti preposti l'autorizzazione al recupero energetico degli scarti di lavorazione, ciò permette contemporaneamente di immettere in circolo un minor numero di rifiuti e di ridurre il consumo di olio combustibile.
Tutti i fornitori Poliform sono certificati FSC a basso impatto ambientale. Il Forest Stewardship Council (FSC) è proprio l'associazione internazionale che include tra i suoi membri industrie di prima lavorazione, trasformazione e commercializzazione del legno e suoi derivati, nonché gruppi ambientalisti e sociali che collaborano per migliorare la gestione delle foreste in tutto il mondo. L'azienda dedica al contract e alle grandi forniture internazionali le proprie risorse creative e produttive con l'obiettivo di migliorare il proprio know-how tecnologico, misurandosi con esigenze estetiche e funzionali diverse da quelle poste dal mercato.


scarica il profilo dell'azienda

Scarica il file:
Poliform.pdf

novità Salone 2010

Scarica il file:
Wallace.pdf

novità Salone 2010

Scarica il file:
Carmel.pdf

novità Salone 2010

Scarica il file:
Woodstock.pdf

novità Salone 2010

Scarica il file:
Bed Bug.pdf

scheda azienda

Nome: Poliform Spa

Indirizzo: Via Montesanto, 28

Città: Inverigo

Cap: 22044

Provincia: CO

Regione: Lombardia

Telefono: 031 6951

Fax: 031 699444

e-mail: info.poliform@poliform.it

Web: www.poliform.it

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa Soglia Magica
Articolo successivoTemporary Islands