index – Una inusuale collaborazione per una collezione ispirata al "calore delle carezze" e alla "sensualità dell'abbraccio".

È passato un anno dalla proposta di collaborazione - via e-mail - a Gaetano Pesce da parte di Michela Barona, amministratore unico di Le Fablier, marchio di arredamento classico. I risultati si sono visti durante il Salone del mobile nel Salone d'Onore della Triennale di Milano: una collezione di pezzi unici seppure ottenuti con processi seriali, mescolando il legno a materie prime artificiali come le resine epossidiche o poliuretaniche e le schiume rigide.

Un tavolo, una consolle, una credenza, una sedia, una credenza, una libreria, un armadio - due amanti stretti in un abbraccio, che danno nome all'intera collezione, L'Abbraccio appunto, - in cui classico e contemporaneo, linguaggio tradizionale dell'azienda ed espressività dirompente del designer si mescolano nel segno di ciò che la stessa Barona aveva richiesto inizialmente a Pesce: mobili "lontani dall'accademismo rigido del minimalismo", ispirati piuttosto al "calore delle carezze e alla sensualità dell'abbraccio". E per i quali i termini "pluridisciplinarietà, sorpresa, coesistenza, elasticità, aleatorietà, liquidità, femminilità" sono riferimenti concreti.


scheda azienda

Nome: Le Fablier Spa

Indirizzo: Via del Lavoro, 2

Città: Valeggio sul Mincio

Cap: 37067

Provincia: VR

Regione: Veneto

Telefono: 045 6372000

Fax: 045 6372001

Web: www.lefablier.it

CONDIVIDI
Articolo precedentedBred ZerodB GIPS
Articolo successivoLa Soglia Magica