Targetti Sankey spa ha partecipato alla vetrina di Light+Building 2018, il più importante appuntamento fieristico internazionale dedicato all’illuminazione, ingegneria elettrica e domotica a Francoforte.
I 390 metri quadri del grande spazio espositivo Targetti hanno proposto un’immagine rinnovata del brand, sia grazie alle importanti novità di prodotto sia per il fascino di un allestimento che è stata dimostrazione di una profonda conoscenza del linguaggio della luce.
A Light+Building 2018 Targetti ha scelto di usare il potere evocativo della luce in modo elegante e creativo mostrando in concreto come sia possibile creare con apparecchi ed effetti luminosi vere e proprie scenografie, anche le più insolite, andando oltre le convenzioni.


L’azienda ha sviluppato così un percorso all’interno dello spazio espositivo lungo il quale il gioco diventa un mezzo per raccontare il design e le peculiarità tecniche di ogni apparecchio. Si creano così accostamenti di grandissimo impatto tra le caratteristiche delle novità e alcuni giochi tradizionali.
Le forme circolari di THREESIXTY e quelle lineari di LOGICO danno vita a un sorprendente Filotto che prende forma grazie alla combinazione perfetta delle linee coordinabili delle due famiglie di prodotto.
L’impiego del fascio luminoso stretto e focalizzato generato dall’ottica narrow spot dei proiettori ZENO getta una luce inedita sulla classica Campana. L’uso della tecnologia Dynamic Beam Shaper, che Targetti ha presentato in esclusiva, crea l’illusione di un Bersaglio grazie alla possibilità di allargare o stringere il fascio attraverso un impulso elettronico.
Targetti, infine, ha esaltato in uno scenografico Tris la particolare emissione luminosa a effetto radente di FEBO EVO, rivisitazione di uno storico apparecchio Targetti per l’illuminazione architetturale delle facciate. L’intera gamma di finiture della collezione Colours di Targetti ha dato vita a un coloratissimo Domino ricreato attraverso le caratteristiche forme geometriche di ZEDGE, il segnapasso dalle perfette proporzioni e ridotte dimensioni progettato in collaborazione con lo studio di architettura e design Gensler.