built – Il Duomo di Bergamo dedicato a S. Alessandro risale al XIII secolo e ha subito numerosi rimaneggiamenti sino al 1889, anno in cui furono terminati i lavori di rifacimento del campanile, della cupola e della facciata.

Originariamente il manto di copertura era in coppi in cotto fatti a mano, ma i numerosi interventi di sistemazione che si sono susseguiti negli anni, lo hanno integrato con coppi di minor pregio di diversa epoca e fattura. Gli elementi in cotto erano posati in doppio strato, senza nessun tipo di ventilazione sottomanto e i colmi erano murati in malta. Con il passare del tempo, buona parte del manto è scivolato. Venendo a mancare la protezione dagli agenti esterni, il tavolato ligneo si è degradato velocemente con pericolose infiltrazioni nel sottotetto, con il concreto rischio di danneggiare i preziosi affreschi contenuti nella Chiesa.

Per la realizzazione del manto e per conservare il valore originario della copertura sono stati recuperati i vecchi coppi fatti a mano, preventivamente rimossi e selezionati, che verranno utilizzati come elemento di "coperta". Come "coppi canale" sono stati invece impiegati coppi nuovi già forati.

Per proteggere l'assito durante le fasi di lavoro e garantire una giusta protezione da eventuali infiltrazioni, è stata posizionata a secco la guaina traspirante in poliolefine Jolly Air. Si è quindi provveduto al montaggio del sistema Tuix che permette di agganciare singolarmente ogni coppo distribuendone il peso in modo uniforme, evitando così lo scivolamento del manto. Sulle linee di gronda sono stati fissati dei parapasseri "Variant" in polipropilene, che con un semplice sistema a soffietto possono variare la larghezza e conseguentemente il passo.

Dopo aver definito il passo di posa dei coppi, che grazie alla modularità del sistema può essere variato per sopperire alle irregolarità delle falde, i posatori hanno avvitato i pezzi base metallici del sistema Tuix al tavolato e i fori praticati sul telo impermeabile sono stati sigillati con del giuntoplasto.

I coppi nuovi, con foro sulla parte più rastremata, sono stati agganciati ai pezzi base, mentre i coppi storici precedentemente forati sulla parte stretta sono stati fissati con un gancio a forcella che costituisce l'altro elemento del sistema Tuix.

A seguito dell'intervento i problemi di infiltrazioni sono stati risolti, il manto è perfettamente ancorato alla falda, l'aspetto esteriore è stato preservato.

scheda azienda

Nome: Industrie Cotto Possagno Spa

Indirizzo: Via Molinetto, 80

Città: Possagno

Cap: 31054

Provincia: TV

Regione: Veneto

Telefono: 0423 9205

Fax: 0423 920910

e-mail: info@cottopossagno.com

Web: www.cottopossagno.com

CONDIVIDI
Articolo precedenteNuova Sede Campari
Articolo successivoRecupero ed efficienza energetica