post fiera – Bilancio più che positivo per la tre giorni che ha visto gli oltre 500 fornitori internazionali presenti confrontarsi con 20.600 visitatori professionali alla ricerca di nuovi prodotti, applicazioni e tecnologie.

Un forte segnale di fiducia per il mercato nasce dai numeri di Viscom Italia 2010, la fiera internazionale di riferimento per la visual communication, che ha chiuso i battenti il 23 ottobre in Fiera Milano Quartiere Rho. Sono infatti 20.600 i visitatori, tra professionisti e operatori qualificati del settore, che hanno invaso nei tre giorni di manifestazione le corsie di questa 22° Mostra Convegno Internazionale di Comunicazione Visiva e Servizi per l'Evento vedendola come occasione ideale per dare una spinta al mercato.

Grande successo per le nuove iniziative e le aree speciali:
Digital Signage by Viscom. L'area ha presentato uno dei possibili scenari futuri per il mondo della comunicazione visiva e della pubblicità, non più caratterizzato solo da schermi video, ma anche da totem telematici con cui interagire attraverso un sistema touch-screen o addirittura da cui scaricare all'occorrenza le informazioni desiderate, inserendo la propria chiavetta usb o tramite il blue-tooth del cellulare.

Digital Signage Forum. Con 15 sessioni, tra workshop, testimonianze e case history, ha offerto ai visitatori l'opportunità di capire, direttamente dalla voce dei protagonisti, come si costruisce, funziona e a che cosa serve un progetto di comunicazione interattiva che permetta di raggiungere il cliente giusto, con il messaggio giusto, al momento giusto.

Wrap The World Around You. Il concorso ha riunito 35 tra i migliori wrappers di tutto il mondo in una sfida che ha messo alla prova la loro precisione, cura, abilità nella decorazione di automobili in una gara a eliminatorie che ha visto come vincitore assoluto il danese Jan Saugmann.

Scuola di Tecnica Serigrafica. La competenza di esperti di settore nazionali e internazionali tra i più autorevoli serigrafi del mondo, hanno attirato un vasto pubblico spiegando come produrre stampati di alta qualità e dando consigli su come aumentare la propria competitività.

L'affluenza conferma l'importanza dei consueti appuntamenti tra i quali il Viscom Forum. Molti i temi affrontati: dalla presentazione di un progetto di interior design nel settore retail da parte dell'architetto giapponese Hajime Miyajima all'esemplificazione dell'utilizzo dell'architettura e della comunicazione visiva nell'arredo urbano, dai consigli su come e perché innovare il proprio business all'introduzione delle novità in fatto di stampa digitale, LED e molto altro.

Affollati i ViscomLab, laboratori live dove professionisti hanno mostrato in diretta come lavorare su bigiotteria, pelle, affreschi digitali e presentato nuove applicazioni di cartotecnica digitale come l'apprezzatissimo tattoo-wall, sorta di affresco pronto all'uso con cui decorare le pareti attraverso una sottile pellicola trasferibile, permettendo ai visitatori di crescere professionalmente e allargare il pacchetto di offerte al cliente. Non è mancato un occhio di riguardo per l'eco-sostenibilità con il Green Trail, lo speciale percorso che ha visto 14 aziende espositrici presenti con prodotti, soluzioni e tecnologie volte al rispetto dell'ambiente.

Spazio al tema della segnaletica d'emergenza con il progetto promosso da Viscom Italia e Aiap - Associazione Italiana Progettazione per la Comunicazione Visiva - che ha portato in fiera due iniziative: una tavola rotonda dove si è discussa la relazione tra cultura, psicologia e comunicazione visiva in condizioni di emergenza ambientale e presentato quanto realizzato in occasione del terremoto dell'Aquila. Nel corso della manifestazione, sono stati assegnati i premi ai vincitori dei due Viscom Awards: l'ottava edizione del Display SuperstarITALIA 2010, competizione sulla creatività dei POP Producer, e il premio biennale de "Il Bulino d'Oro", dedicato all'industria dell'incisione.

VISCOM Italia 2011 è in programma dal 3 al 5 novembre 2011.

Articoli correlati:
Graph Creative intervista i vincitori de "Il Bulino d'Oro"
Intervista a Claudio Fabbri sull'Architectural Market di 3M

CONDIVIDI
Articolo precedenteExpoedilizia
Articolo successivoEsordio per MCE 2012